Carta di circolazione da aggiornare, si rischiano 700 euro di multa

Chi utilizza sistematicamente l'auto altrui dovrà annotarlo sulla carta di circolazione

Multe salatissime in vista per i ritardatari e i distratti: il 3 novembre 2014 scadono i termini per aggiornare la carta di circolazione per chi utilizza un’auto di un diverso intestatario

Sono chiamati a regolarizzare il libretto di circolazione i titolari di auto o motoveicoli che abbiano subito una variazione delle generalità o della denominazione dell’intestatario del mezzo.
Entro quella data sarà obbligatorio registrare alla Motorizzazione e annotare sulla carta di circolazione il nome di chi utilizza l’auto di proprietà altrui in maniera sistematica, ovvero per oltre 30 giorni.
Sarà tuttavia facoltativa la registrazione in caso di automezzi concessi al libero utilizzo di un famigliare convivente.
 
La norma riguarda anche i terzi che abbiano la temporanea disponibilità del veicolo per un periodo maggiore di trenta giorni.
La norma è contenuta nella circolare n. 15513 dello scorso 10 luglio. Il provvedimento colpisce soprattutto le auto temporaneamente intestate in comodato d’uso nei vari casi di locazione in assenza di conducente. La data di inizio delle nuove disposizioni, il 3 novembre 2014, vale solo per i veicoli intestati a partire da quella data.
 
In attesa dell’approvazione del nuovo Codice della strada, a ricordare la scadenza imminente è stato il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, che ha stabilito pesanti sanzioni per coloro che violeranno le nuove disposizioni.
I trasgressori verranno sanzionati con una multa di 705 euro, oltre al ritiro della carta di circolazione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Carta di circolazione da aggiornare, si rischiano 700 euro di multa