Caos bollo auto storiche: chi paga e chi no

ULTIMO AGGIORNAMENTO BOLLO AUTO STORICHE (DICEMBRE 2015): Il Ministero dei Trasporti ha concesso alle regioni la possibilità di apportare piccole riduzioni agli importi previsti, nel caso in cui si attesti il valore storico delle vetture ultra ventennali, mediante iscrizione in appositi registri che ne certifichino la storicità.

QUESTA LA SITUAZIONE REGIONE PER REGIONE

  • Abruzzo: esenzione solo per le ultratrentennali
  • Basilicata: esenzione anche per le ultraventennali   iscritte negli appositi registri.
  • Bolzano: esenzione anche per le ultraventennali.
  • Calabria: esenzione solo per le ultratrentennali
  • Campania: esenzione solo per le ultratrentennali
  • Emilia Romagna: esenzione anche per le ultraventennali iscritte negli appositi registri
  • Friuli Venezia Giulia: esenzione solo per le ultratrentennali iscritte negli appositi registri.
  • Lazio: il Lazio  ha inserito una riduzione del 10% relativo al bollo per le auto storiche.
  • Liguria: esenzione solo per le ultratrentennali
  • Lombardia: esenzione anche per le ultraventennali limitata alle sole vetture iscritte ai registri
  • Marche: esenzione solo per le ultratrentennali
  • Molise: esenzione solo per le ultratrentennali
  • Piemonte: esenzione anche per le ultraventennali  se il valore storico del veicolo è certificato da centri specializzati
  • Puglia: esenzione solo per le ultratrentennali
  • Sardegna: esenzione solo per le ultratrentennali
  • Sicilia: esenzione solo per le ultratrentennali
  • Toscana: esenzione solo per le ultratrentennali
  • Trento: esenzione solo per le ultratrentennali
  • Umbria: esenzione solo per le ultratrentennali
  • Valle d’Aosta: esenzione solo per le ultratrentennali
  • Veneto: esenzione anche per le ultraventennali iscritte negli appositi registri.
Caos bollo auto storiche: chi paga e chi no
MOTORI Caos bollo auto storiche: chi paga e chi no