Caos bollo auto in Lombardia: il chiarimento della Regione

In merito ai disagi registrati da alcuni cittadini in queste ore in alcuni ‘Uffici Territoriali Regionali’ (UTR), in particolare a Brescia e a Monza, la Regione Lombardia precisa in una nota che “nei giorni scorsi sono state inviate lettere di sollecito per il pagamento della tassa automobilistica ai proprietari di automezzi”, ma che tra queste non vi erano errori da parte dell’ente.

Le comunicazioni – prosegue la nota – riguardano fattispecie diverse tra cui, caso tipico, quello di proprietari di veicoli che hanno ceduto il proprio mezzo ma non lo hanno comunicato al PRA (Pubblico Registro Automobilistico)”.

Regione Lombardia, dunque, precisa che: “Non sono state emesse ‘cartelle pazze’ ma solleciti per pagamenti non eseguiti o per mancanza di assolvimento delle procedure previste dalla legge su questa materia”.

Regione Lombardia precisa comunque nel comunicato che “si sta già attivando per agevolare i cittadini che si stanno recando presso gli Uffici Territoriali. Per questo è previsto un ‘rafforzamento’ del personale agli sportelli con la possibilità di depositare la documentazione che sarà poi esaminata e lavorata per la soluzione dei singoli casi”.

Regione Lombardia – nella stessa nota – ricorda altresì che “è possibile effettuare la domiciliazione bancaria del bollo auto sul proprio conto corrente. In questo modo il cittadino usufruisce di una serie di vantaggi tra i quali la riduzione del 10% rispetto all’importo dovuto, oltre a non correre il rischio di dimenticare la scadenza di pagamento”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Caos bollo auto in Lombardia: il chiarimento della Regione