Cambiano le regole nelle ZTL, elettriche e ibride non saranno ammesse

Quello che si era deciso nella Legge di Bilancio 2019 è destinato a cambiare già da ora

La legge finanziaria 2019 aveva inserito la possibilità di libero accesso ad auto elettriche e ibride nelle ZTL in tutta Italia.

Eppure oggi questa promessa sembra avere vita breve, il Movimento 5 Stelle che aveva felicemente visto approvare questo passaggio ora sembra avere dei ripensamenti e entro questo fine settimana sembra che la norma verrà rivista. Chiaramente una motivazione seria alla base c’è, e si tratta di una valanga di polemiche e pareri contrari da parte di differenti associazioni. Non era poi così difficile da immaginare che lo scenario che si sarebbe presentato fosse questo, ormai le auto ibride sono molto diffuse, al contrario di qualche anno fa. Di questo sono complici anche tutte le norme anti-inquinamento coi conseguenti blocchi alla circolazione, che hanno modificato le scelte degli automobilisti, spingendo sempre più verso la motorizzazione ibrida.

Le auto ibride quindi aumentano in maniera considerevole, invece le elettriche crescono ancora in maniera molto lenta e allo stesso modo entrano nella concezione degli automobilisti italiani. Le cause sono anche da imputare alle colonnine di ricarica che ancora scarseggiano e ai prezzi poco accessibili delle vetture. Un’altra spinta che invece va a favore delle ibride, e dovrebbe essere lo stesso anche per le elettriche, se non ci fossero i vari lati negativi, è il fatto che in molte città d’Italia possono parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu, sempre per aumentarne la popolarità. Probabilmente questi vantaggi andranno via via diminuendo, man mano che aumenterà la diffusione di queste vetture.

Visto che le auto ibride, come abbiamo sottolineato, oggi non sono più una rarità, Legambiente, Cittadini per l’Aria, Bikeitalia, Federazione Italiana Amici della Bicicletta e Greenpeace si sono lamentati a gran voce della concessione del libero accesso alle ZTL d’Italia a questo tipo di veicoli. La loro denuncia riguarda le principali piazze italiane, affascinanti teatri all’aria aperta ricchi di storia e di arte, che si vedrebbero continuamente disturbate dal transito incessante delle macchine. Oltretutto potrebbe anche essere pericoloso, sappiamo come si chieda di condurre le bici a mano nelle aree pedonali per una maggiore sicurezza, e le multe che si rischiano per comportamenti errati nelle ZTL, non avrebbe alcun senso far passare invece le auto, anche se ibride o elettriche. Vediamo quindi cosa succederà nei prossimi giorni.

MOTORI Cambiano le regole nelle ZTL, elettriche e ibride non saranno amm...