Buoni carburante, attenzione alle truffe

Allarme della casa petrolifera TotalErg: non fidatevi di messaggi sms o e-mail con false offerte

L’inizio del fenomeno risale all’agosto 2014. Da allora ci sono "utenti che hanno ricevuto messaggi sms o e-mail con false offerte di buoni benzina acquistabili al costo di 1 euro al litro": peccato si tratti di una truffa e che i buoni siano falsi. 

La denuncia arriva da TotalErg: le mail rimandano a un sito identico a quello ufficiale della casa petrolifera. 
Nelle email sono contenuti link di domini fake, che rimandano a siti mirror falsi e identici alla pagina del sito ufficiale di TotalErg per acquistare i buoni carburante. Son stati contati quaranta siti di questo tipo. 
In questo modo, l’utente truffato pensa di aver acquistato i buoni al costo di 1 euro al litro, ma non è così. Oltre al danno di aver pagato per nulla, a volte di verifica anche la clonazione della propria carta di credito. Infatti, viene segnalato anche "l’illegittimo utilizzo della propria carta di credito con conseguente addebito di importi non autorizzati".
 
I danni, fa sapere la casa petrolifera, "non sono irrilevanti". La truffa non colpisce solo automobilisti e motociclisti, ma anche la stessa TotalErg, che in accordo con le Autorità competenti sta informando il più possibile gli utenti web.
 
TotalErg, quindi, invita chiunque dovesse avere dubbi sulla provenienza di offerte a consultare la guida della polizia contro le truffe di tal genere sul sito della Polizia dello Stato e a segnalare i siti "sospetti", sempre attraverso la guida.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Buoni carburante, attenzione alle truffe