Tutti i brand che non andranno in mostra al Salone di Parigi

Il noto evento dedicato alle auto è alle porte, diverse le assenze per quest’edizione del 2018

Il Salone di Parigi è, ogni anno, un evento importantissimo per il settore delle auto in tutto il mondo.

Attrae sempre tanti brand espositori e anche un alto numero di visitatori, spinti dalle novità proposte dalle varie Case automobilistiche. Un po’ di scompiglio quest’anno per delle assenze importanti alla kermesse. Mancheranno infatti diversi marchi del Gruppo Volkswagen, che hanno dato forfait, come anche la Casa stessa VW. Lo stesso per Lamborghini, che almeno sarà presente con un unico concessionario locale, per rappresentare il marchio italiano, e anche per Aston Martin. FCA ha deciso invece di non partecipare in alcun modo al Salone di Parigi 2018, non vi sarà quindi nessun esemplare Fiat e nemmeno nulla di Jeep, di Abarth, di Lancia, che ormai è destinata a sparire, e della grandiosa Alfa Romeo, che negli ultimi anni sta registrando successi senza eguali.

Anche per quanto riguarda le Case giapponesi saranno tante le assenze, non esporranno Infiniti, Nissan, Mitsubishi e nemmeno Mazda; sicuramente si sentirà molto la loro mancanza, come anche quella di Volvo, Opel, Ford, Subaru. Ampio spazio quindi ai marchi francesi, che giocheranno in casa, e che presenteranno tutte le ultime novità sia dal punto di vista automobilistico che da quello delle innovazioni tecnologiche. Il settore auto infatti vanta sempre più progressi nel mondo della guida autonoma e dei dispositivi all’avanguardia, che trasformano le vetture in vere e proprie centrali operative della nostra vita.

Il Salone di Parigi aprirà il 4 ottobre e durerà fino al 14. Tanti i nuovi eventi dedicati alla mobilità del futuro, si aprirà anche un grande spazio per il mondo delle moto. Nonostante le pesanti assenze, i visitatori potranno comunque godere di spettacoli entusiasmanti come il Mondial de la Mobilité e il Mondial Tech. Il primo è un ritorno alle origini, con tutti i mezzi che hanno incentrato la mission sul tema della mobilità, il secondo è invece l’insieme di produttori di auto, fornitori di apparecchiature e aziende leader nella tecnologia. Il Mondial de la Moto, poi, ospiterà anche le due e le tre ruote, un ritorno quindi a ciò che la kermesse è stata dal 1901 al 1986, proprio quest’anno, in occasione della 120° edizione.

MOTORI Tutti i brand che non andranno in mostra al Salone di Parigi