Bosch punta sul ‘Diesel C.A.R.E’: gasolio rinnovabile a basse emissioni

Avevamo già parlato in questo articolo del nuovo diesel ecologico che era in dotazione di alcuni veicoli aziendali di Bosch alimentati con una tecnologia chiamata ”diesel C.A.R.E.’‘. Si tratta di un carburante che deriva principalmente da sottoprodotti e materiali di scarto.

Bosch sta lavorando intensamente per ottimizzare i motori a combustione interna e ritiene che i sistemi di propulsione diesel contribuiscano a ridurre le emissioni di CO2 del traffico stradale. La riduzione delle emissioni di CO2 è anche maggiore se i veicoli sono alimentati con carburanti paraffinici rinnovabili come il diesel C.A.R.E., che contribuisce a proteggere l’ambiente e conservare le risorse.

Domande e risposte sul diesel rinnovabile C.A.R.E

Che cos’è il diesel C.A.R.E.?
Il diesel C.A.R.E. è un carburante completamente rinnovabile. Composto principalmente di sottoprodotti e materiali di scarto, oli da cucina riciclati e grasso. Non contiene diesel convenzionale, ovvero carburante fossile. È prodotto dalla finlandese Neste, compagnia petrolifera produttrice di biocarburante. E distribuito in Germania dalla società partner Toolfuel. C.A.R.E., un marchio di Toolfuel, è l’acronimo di CO2 reduction, Arctic grade, Renewable, Emission reduction.

Che cosa si aspetta di ottenere Bosch dall’uso del diesel C.A.R.E.?
Bosch sta lavorando intensamente per ottimizzare i motori a combustione interna. E ritiene che i sistemi di propulsione diesel contribuiscano a ridurre le emissioni di CO2 del traffico stradale. La riduzione delle emissioni di CO2 è anche maggiore se i veicoli sono alimentati con carburanti paraffinici rinnovabili come il diesel C.A.R.E.. Che contribuisce a proteggere l’ambiente e conservare le risorse.

Come si arriva al 65% di riduzione delle emissioni di CO2?
Il vantaggio in termini di CO2 in questo caso deriva dal fatto che sono calcolate solo le emissioni di CO2 risultanti dalla conversione dei materiali di scarto in carburante. I materiali di scarto stessi sono considerati neutrali in termini di CO2 , in quanto già esistenti.

Di quali aggiornamenti tecnici necessitano i veicoli per utilizzare il diesel C.A.R.E.?
Il diesel C.A.R.E. è un carburante paraffinico. R, come tale, ha una densità leggermente inferiore e un’infiammabilità più alta rispetto al carburante diesel convenzionale. Per questo, è stata redatta una bozza di normativa aggiuntiva, la EN 15490, per i carburanti diesel paraffinici. La normativa EN 590 si applica al carburante diesel normale. I produttori devono approvare specificamente i veicoli per i carburanti con le proprietà definite nella EN 15940. Si tratta di un aspetto importante. On quanto devono prima esaminare la compatibilità dei componenti. E i possibili aumenti della pressione di picco durante la combustione e altri fattori.

Quando sarà disponibile il diesel C.A.R.E. nelle normali stazioni di rifornimento?
Molte flotte di prova utilizzano già il diesel C.A.R.E.. Tuttavia allo stato attuale non è disponibile in quantità sufficienti per rifornire le stazioni di servizio su larga scala in Europa. Molti paesi, inoltre, hanno leggi nazionali che regolano il carburante venduto nelle stazioni di servizio pubbliche. Questi paesi, tra cui la Germania, non hanno ancora adottato la EN 15940. La decisione di introdurre l’EN 15940 nella legge tedesca sulla prevenzione dell’inquinamento atmosferico non è ancora stata presa.

Qual è il prezzo di un litro di diesel C.A.R.E. all’utente finale?
Poiché l’approvazione non è ancora stata sancita, il diesel C.A.R.E. al momento non è disponibile nelle stazioni di servizio. Un litro di diesel C.A.R.E. è leggermente più alto rispetto al diesel normale. Questo a causa dei costi di produzione.

MOTORI Bosch punta sul ‘Diesel C.A.R.E’: gasolio rinnovabile a ba...