Boom di auto elettriche, volano le vendite post lockdown

Forse il Covid-19 e la voglia di cambiare abitudini hanno dato lo slancio al settore delle vetture a zero emissioni

Da anni ormai parliamo di mobilità a zero emissioni e le Case automobilistiche inseriscono sempre più modelli ibridi e elettrici a listino. Fino ad ora però il successo tanto sperato per questa tipologia di motorizzazioni non è ancora arrivato.

Pare che la pandemia di Coronavirus che ha sconvolto il pianeta quest’anno e che continua a farlo, insieme alla voglia di cambiare abitudini, abbiano dato la spinta alle auto elettriche, che potrebbero diventare protagoniste del mercato nei prossimi mesi. Per vedere cosa succederà dovremo chiaramente aspettare del tempo, eppure un report di Transport & Environment sottolinea che le auto elettriche triplicheranno la propria quota di mercato in Europa, grazie agli standard europei sulle emissioni di CO2.

Dal primo gennaio 2020 sono partiti i primi segnali positivi, le vendite di veicoli elettrici si sono impennate con l’entrata in vigore degli standard europei sulle emissioni. Secondo il gruppo di lavoro che si occupa di sviluppo sostenibile nei trasporti, “le vendite di elettriche raggiungeranno una quota di mercato pari al 10% nel 2020 e al 15% nel 2021”. Quindi l’analisi dimostra l’efficacia degli standard di CO2, ma anche il rischio che, dopo il 2021, a causa degli obiettivi UE poco ambiziosi, lo slancio per le auto elettriche si spenga subito.

Veronica Aneris, direttrice per l’Italia di T&E, ha dichiarato: “Grazie agli standard di emissione, le vendite di auto elettriche stanno esplodendo in Europa, mentre le emissioni di CO2 del nuovo immatricolato hanno registrato il più sostanzioso calo da quando la norma è entrata in vigore nel 2008. Gli standard, insieme agli incentivi per l’acquisto, stanno trainando anche il mercato italiano, così contribuendo all’obiettivo dei 6 milioni di elettriche al 2030 previsto nel piano nazionale energia e clima del governo. Ora bisogna supportare una revisione ambiziosa della norma, per assicurare che il trend positivo continui anche dopo il 2021”.

Secondo la ricerca, la quota di mercato delle elettriche passerà dal 3% al 10% quest’anno e al 15% l’anno prossimo. Arriverà forse al 20% quattro anni dopo, se il regolamento sulle emissioni non cambierà. Quello che accade in Norvegia dimostra quanto possa crescere il mercato dei veicoli elettrici.

Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club, dichiara: “È indispensabile fissare una data per la fine della vendita di veicoli a combustione interna al massimo entro il 2035, come ha recentemente deciso la California. Rivolgiamo questa richiesta verso il nostro governo, affinché possa orientare i consumatori e le imprese verso il futuro fatto di scelte per una mobilità sostenibile”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Boom di auto elettriche, volano le vendite post lockdown