Bonus mobilità, si riparte con gli sconti

Un nuovo vantaggio per tutti coloro che hanno deciso di rottamare un mezzo datato a favore della tecnologia elettrica

La decisione è stata presa: decisa la data per fare richiesta del nuovo bonus mobilità per tutti i cittadini che hanno deciso di rottamare un mezzo vecchio e inquinante per comprare invece un veicolo elettrico o elettrificato, in ogni caso più ecosostenibile, tra il mese di agosto e il mese di dicembre del 2020. Chi ne avrà diritto, beneficerà di un credito di imposta fino a 750 euro di valore.

Una sorta di ‘buono’ che potrà essere utilizzato per comprare monopattini elettrici, biciclette tradizionali ed eBike. Non è tutto, come già sappiamo, il bonus verrà elargito anche ai cittadini che hanno deciso di abbonarsi a servizi di car sharing e mezzi di trasporto pubblico. Tutto è quindi a favore di coloro che optano per soluzioni di mobilità più sostenibili, il fine è quello. Lo ‘sconto’ può essere fatto valere solo in dichiarazione dei redditi, presentando una domanda.

Le regole per il nuovo bonus mobilità 2022

A quanto pare quindi tutto è pronto, sono state fissate le regole per poter usufruire del nuovo ‘sconto’ dedicato all’ecosostenibilità degli spostamenti in Italia. Si tratta, come abbiamo detto, di un credito d’imposta che andrà nelle tasche di coloro che hanno comprato servizi e mezzi a zero emissioni, assolutamente previa rottamazione però di un veicolo di categoria M1 inquinante.

È stato il Direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, a firmare il nuovo provvedimento per il 2022. Nel testo vengono definiti modalità e criteri utili per poter beneficiare di questa agevolazione prevista dal Dl Rilancio. Con tale provvedimento è stato anche approvato il modello di comunicazione che sarà necessario inviare all’Agenzia delle Entrate per poter richiedere il bonus mobilità; si avrà tempo a partire dal 13 aprile fino al 13 maggio 2022.

Bonus mobilità: di che cosa si tratta

Nello specifico, questo sconto non è niente meno che un credito d’imposta, che potrà avere il valore massimo di 750 euro. Verrò riconosciuto solo ed esclusivamente agli utenti che hanno sostenuto delle spese (dal 1° agosto al 31 dicembre 2020) per comprare monopattini e bici elettriche, biciclette tradizionali, servizi di mobilità sharing elettrica o sostenibile e abbonamenti per mezzi pubblici.

Ci sono dei requisiti specifici per poter accedere al bonus?

L’Agenzia delle Entrate spiega innanzitutto che il limite complessivo di spesa è di 5 milioni di euro, e che per poter fare la richiesta bisogna aver consegnato nello stesso periodo e contestualmente all’acquisto di un nuovo veicolo (anche usato) con emissioni di CO2 tra 0 e 110 g/km, anche un mezzo M1 (auto) per la rottamazione, tra quelli previsti dalla normativa in materia.

Come fare la domanda

All’Agenzia delle Entrate è necessario comunicare la spesa sostenuta e il credito d’imposta richiesto inviando il modulo apposito tra il 13 aprile e il 13 maggio. Per farlo, è stato recentemente approvato il servizio web che si trova nell’area riservata del sito ufficiala (qui il link) oppure si possono usare i canali telematici dell’Agenzia. Il credito d’imposta si può usare solo ed esclusivamente nella dichiarazione dei redditi in diminuzione delle imposte dovute, non oltre il periodo d’imposta 2022. La percentuale che spetta ad ogni richiedente che ha fatto domanda sarà resa nota entro 10 giorni dalla scadenza del termine di presentazione dell’istanza.