Bollo auto al 50% per le auto storiche: quali veicoli sono coinvolti

Veicoli di interesse storico e collezionistico, quali beneficiano della riduzione sul pagamento della tassa automobilistica

Parliamo spesso di bollo auto e soprattutto del peso che questa tassa rappresenta per gli automobilisti italiani.

Il discorso vale anche per autoveicoli e motoveicoli di interesse collezionistico e storico, i cui proprietari sono comunque tenuti al versamento di questa fastidiosa imposta. Oggi però la novità rappresenta un importante sconto sul pagamento di questa tassa per tutti quei veicoli che hanno un’età compresa tra i 20 e i 29 anni. Ecco che finalmente potranno pagare la metà della somma, solo che sono in possesso di tutti i requisiti richiesti dal primo giorno di decorrenza del periodo fisso annuale di imposta.

La normativa di riferimento, su questa tematica, prevede che i mezzi storici che possono usufruire del ribasso del 50% del bollo auto, devono avere un’anzianità di immatricolazione compresa tra i 20 e i 29 anni (come abbiamo detto in apertura), essere in possesso del certificato che attribuisce al veicolo la rilevanza storica di cui all’art. 4 del decreto del ministro delle infrastrutture e dei trasporti e dell’annotazione del riconoscimento della storicità presso la Motorizzazione Civile sulla Carta di Circolazione.

Sul sito della Regione Veneto, nella sezione in cui si parla e si approfondisce l’argomento della tassa di circolazione stradale, si trova questa precisazione. In particolare si informa della novità appena introdotta, grazie alla Legge di Bilancio 2019, che finalmente annulla il pagamento del bollo auto storiche per veicoli che sono al 30esimo anno di età e oltre e introduce il tanto atteso sconto del 50% della somma dell’indennità dovuta in presenza di quei requisiti di cui abbiamo parlato.

Il certificato di rilevanza storica è molto importante e fondamentale perché è il documento in cui vengono segnalati la marca, il modello e le caratteristiche del mezzo, oltre alla sua data di costruzione, ovviamente. In particolare vengono poi segnalate tutte le peculiarità utili a verificare l’idoneità alla circolazione, l’elenco di tutte le originarie parti di fabbricazione ancora esistenti e anche quello di tutti gli elementi che sono stati eventualmente sostituiti o modificati.

La riduzione del 50% del bollo auto storiche è un beneficio riconosciuto a tutti veicoli senza alcuna distinzione, l’importante è che siano riconosciuti di rilevanza storica o collezionistica e che quest’informazione venga segnalata con annotazione specifica all’interno della Carta di Circolazione.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Bollo auto al 50% per le auto storiche: quali veicoli sono coinvo...