Bollo auto: c’è una novità importante

A partire dal 1° ottobre cambiano le regole per l’accesso ai servizi digitali della PA: come pagare il bollo auto

A partire da venerdì scorso 1° ottobre 2021, accedere ai servizi digitali senza identità digitale, carta d’identità elettronica e carta nazionale dei servizi non è più possibile, tutti i servizi online offerti dalle pubbliche amministrazioni potranno essere raggiunti solo in possesso di SPID, CIE o CNS.

Le altre credenziali che sono state usate sinora dai cittadini non valgono più nulla, non funzionano più. Al momento il cambiamento coinvolge solo i privati, per quanto riguarda invece le imprese e i professionisti ancora nessuna variazione, anche se è sicuro che arriverà, non si sa quando (non è stata decisa e comunicata alcuna data). Le recenti regole portano novità anche per quanto riguarda il pagamento del bollo auto.

Servirà lo SPID obbligatorio? È la domanda più frequente degli ultimi giorni. Dall’inizio del mese infatti non è più possibile accedere ai portali della PA con i soliti username e password, o tramite il codice PIN. La risposta quindi è sì, lo SPID serve, ovviamente solo per coloro che decidono di fare il loro versamento per il bollo auto con transazione online, collegandosi ai portali istituzionali, tra cui anche il sito internet dell’ACI (in assenza di SPID, in questo caso, si può usare anche la Carta di Identità Elettronica).

Per effettuare il pagamento del bollo auto online quindi lo SPID, dal 1° ottobre, è assolutamente obbligatorio. Non lo è, per esempio, per chi vuole pagare in tabaccheria, che può continuare a farlo senza alcun problema e soprattutto senza dover attivare il proprio profilo per il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID). Chi è abituato a fare i suoi versamenti in internet dovrà adattarsi alle novità dettate dalla Pubblica Amministrazione, oppure convincersi ad andare a pagare fisicamente la sua tassa di possesso del veicolo.

Infatti il tabaccaio non è l’unica alternativa, chi non vuole pagare in online può andare a versare la somma del bollo auto in qualunque ufficio postale nel Paese, oppure allo sportello in Banca o ancora con gli ATM Bancomat e nelle ricevitorie Sisal. Nonostante il grande cambiamento delle credenziali utili per accedere ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione, restano valide tutte le altre alternative per il pagamento del bollo senza SPID.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Bollo auto: c’è una novità importante