Bimba in auto senza seggiolino morì in un incidente: genitori condannati per omicidio colposo

Una cattiva abitudine che in caso di incidente può essere fatale: sedersi sul sedile anteriore mentre l’auto è in movimento con un bambino in braccio è un comportamento vietato e da stigmatizzare sempre.

Il tribunale di Como ha proprio condannato per omicidio colposo stradale i genitori di una bimba, vittima di un incidente mortale, perché in auto non rispettarono alcuna misura di sicurezza tra quelle previste per il trasporto dei bambini.

La piccola era in braccio alla mamma sul sedile anteriore. L’impatto (causato da un automobilista ubriaco condannato a sua volta) fu fatale per la bambina che non solo non si trovava nel seggiolino obbligatorio per legge ma la mamma non indossava nemmeno la cintura di sicurezza.

Solo nel 2017, secondo i dati Istat diffusi a luglio del 2018 dal Ministero della Salute in occasione della campagna per la sicurezza stradale ‘Bimbi in auto’, in Italia sono morti a causa di incidenti stradali 25 bambini sotto i 14 anni, e più di 8.396 sono rimasti feriti.

Un dato preoccupante emerge anche dal rapporto ‘Ulisse’ dell’Istituto Superiore di Sanità dell’anno scorso secondo cui solo 4 genitori su 10 utilizzano i seggiolini per auto. I dati dicevano che venivano usati regolarmente nel 59,1% dei casi al Nord, nel Centro nel 40,2% e nel Sud e nelle isole solo nel 16,7% delle famiglie.

Le motivazioni del mancato utilizzo? Su tutte la brevità del tragitto, la scarsa velocità e il rischio considerato basso ma serve ricordare che, se il tragitto è breve e la velocità è controllata, il seggiolino è sempre necessario: un urto a 40 km/h corrisponde circa all’effetto di una caduta dal secondo piano di un palazzo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Bimba in auto senza seggiolino morì in un incidente: genitori condann...