Autostrade: via libera al telepedaggio unico dell’Unione Europea

Il Parlamento Europeo ha votato per il sistema telematico uniforme in tutte le autostrade europee

La direttiva era già stata proposta nel 2017 e oggi il Parlamento ha votato in seduta plenaria, ora tocca agli Stati membri.

Ogni Paese ha tempo 30 mesi per adeguarsi alla normativa, che prevede un dispositivo a bordo di ogni veicolo e un abbonamento per poter pagare in maniera telematica il pedaggio in tutta Europa. La discussione in Commissione Trasporti risale al mese di maggio dello scorso anno. Oggi il Parlamento ha dato l’ok per attuare questa nuova normativa che permette l’utilizzo dello stesso metodo di pagamento su tutto il territorio europeo. Con un solo abbonamento e un dispositivo è possibile viaggiare quindi su tutta la rete viaria di ogni Stato membro.

Sicuramente semplifica di molto le cose rispetto a come sono nella forma attuale e la proposta, nonostante alcune erano state avanzate già nel lontano 2003, risale a due anni fa. In quel momento la Commissione Europea aveva adottato questa novità per una direttiva che era legata all’interoperabilità dei sistemi di pagamento elettronici dei pedaggi. Si sono susseguiti poi differenti passaggi istituzionali, fino ad arrivare alle negoziazioni approvate nel testo di novembre del 2018, lo stesso che oggi il Parlamento ha votato.

Il tutto serve ovviamente a semplificare i pagamenti, senza vignette o altri metodi, ma usando sempre il proprio dispositivo in ogni Paese membro. Questo farebbe anche risparmiare fino a 370 milioni di euro agli automobilisti, oltre a permettere ai gestori dei tratti di autostrade a pagamento di recuperare le quote non pagate dei pedaggi, che oggi ammontano a 150 milioni di euro, presso i cittadini di uno degli Stati membri.

Quello che è stato spiegato dal relatore del dossier è che la priorità del progetto va all’agevolazione per tutti gli utenti, eliminando gli ostacoli alla competitività per gli autotrasportatori, che fino all’approvazione da tutti gli Stati membri sono continuamente costretti a portare con sé per ogni viaggio almeno sei o sette differenti dispositivi per poter pagare i pedaggi delle autostrade nei diversi territori.

Il nuovo sistema di telepedaggio armonizzato in tutta Europa, introdotto dalla direttiva, rende obbligatoria per gli Stati la convivenza delle varie tecnologie e permette il recupero dei pagamenti di conducenti che provengono anche da altri Paesi membri. Ogni Stato ha 30 mesi per applicare la nuova normativa, dal momento della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Autostrade: via libera al telepedaggio unico dell’Unione Europea