Autogrill apre il suo primo ‘Bistrot’ in autostrada

Una nuova proposta alimentare a chilometro zero prende piede per chi viaggia in autostrada.

Gruppo Autogrill debutta anche in autostrada con Bistrot, il format della ristorazione creato con l’Università di scienze gastronomiche (Unisg) di Pollenzo, vessillo di Slow food, e sperimentato con cibi locali di qualità nelle grandi stazioni (Milano Centrale, Utrecht Centraal in Olanda), nei punti nevralgici (Milano Duomo) e in diversi aeroporti (Roma Fiumicino, Ginevra, Helsinki, Düsseldorf e, di prossima apertura, Montreal in Canada e Francoforte).

bistrot

Il nuovo passo in avanti nella ristorazione da viaggio è all’insegna di Slow Food, attraverso la collaborazione con l’Università degli studi di scienze gastronomiche di Pollenzo. E anche dei grandi numeri: secondo le stime per i prossimi 12 mesi sono attesi 1,9 milioni di avventori, accolti da 150 dipendenti nei periodi di picco massimo. Ma cosa si può mangiare, e anche comprare, nell’area di sosta di nuova generazione?

Diversi tipi di pane, pizza e pasta preparati in giornata con lievito madre e farine lombarde, dolci e croissant farciti al momento, lo street food regionale.

Ci sono l’angolo con frutta e verdura fresca, centrifugati, frullati, insalate e macedonie oltre al banco dedicato alle bevande con caffè, infusi, tisane, tè, carcadè. Il pastaio trafila live una buona pasta fresca di giornata, l’hamburger è finalmente all’altezza e si fa la mozzarella fresca. Nello store per la vendita dei prodotti regna la gastronomia con una bella selezione di salumi e formaggi locali.

Dove trovarlo? Bistrot sarà nell’area di servizio Fiorenzuola d’Arda, in provincia di Piacenza. Si tratta di una location storica di Autogrill sull’A1 e conosciuta per essere il primo punto di ristoro autostradale a ponte edificato in Europa a fine anni 50.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Autogrill apre il suo primo ‘Bistrot’ in autostrada