Auto ibride ed elettriche: i dubbi degli italiani

Una survey svela le diffidenze e gli interrogativi degli automobilisti italiani verso la mobilità elettrica

La loro fetta di mercato continua a crescere di mese in mese, anche grazie agli incentivi statali che, da alcuni anni a questa parte, sostengono la transizione verso la mobilità elettrica. I veicoli ricaricabili (Phev ed Ev) venduti a novembre 2021 sono il 9,5% del totale, con una crescita rispetto all’anno precedente del 24,2%.

Nonostante ciò, i dubbi che accompagnano le auto elettriche e le plug-in hybrid sono ancora molteplici. Come dimostrano i risultati della instant survey “Auto ibride ed elettriche, quali sono i dubbi dei consumatori?” condotta da Areté, gli automobilisti italiani sono sempre più attratti dalle vetture a trazione elettrica ma, allo stesso tempo, nutrono diffidenze e timori.

Colpa, se così si può dire, della scarsa conoscenza e scarsa informazione: 2 italiani su 3 non sanno esattamente come funzionano le auto elettriche e ibride “alla spina”, di come si ricaricano e quali le differenze tra le varie tipologie di motorizzazione. Ad esempio, appena il 40% degli intervistati da Areté è a conoscenza delle differenze che esistono tra auto full hybrid, mild hybrid e plug-in hybrid. Il 31%, addirittura, ritiene che tutte le auto ibride debbano essere ricaricate alla spina, mentre il 63% pensa che tutte le ibride percorrano 50 km in modalità elettrica.

Questa disinformazione, o scarsa informazione che dir si voglia, contribuisce a far crescere dubbi attorno al mondo dell’elettrico. Nonostante il 72% degli intervistati si dica pronto ad acquistare un’auto elettrica o ibrida in futuro, il 43% nutre seri dubbi sul fronte dell’autonomia delle auto elettriche, della loro ricarica e della durata mentre il 21% non ha chiari costi e tempi di manutenzione delle auto elettriche (che, secondo una ricerca statunitense, nei primi anni di vita del veicolo sono superiori a quelli delle auto endotermiche).

L’ostacolo più grande a una maggiore diffusione delle auto elettriche e ibride, però, è un altro: i costi. Alla domanda “Quali dei seguenti aspetti ti spingerebbero ad acquistare un’auto elettrica?” le risposte degli italiani intervistati non lasciano dubbi: per il 24% sarebbe necessario un prezzo più contenuto; il 21% vorrebbe incentivi più consistenti mentre il 10% preferirebbe un piano di finanziamento vantaggioso.

Non ci si deve sorprendere, dunque, se il 63% dei partecipanti alla istant survey di Areté sarebbe disposto a pagare solamente tra il 5% e il 10% in più per fare il passaggio da un’auto endotermica a una elettrica.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Auto ibride ed elettriche: i dubbi degli italiani