Auto elettriche, i brand che mirano a “spodestare” Tesla

Le stime indicherebbero un calo della quota di mercato di Tesla entro il 2025. Ecco chi può approfittarne

Il dominio di Tesla nel mercato delle auto elettriche potrebbe presto volgere al termine. L’azienda statunitense, leader nel settore, potrebbe infatti cedere il trono a Volkswagen, che negli ultimi anni ha lavorato assiduamente alle politiche di rinnovamento del proprio parco auto per una mobilità più sostenibile.

A ipotizzarlo, citando uno studio della società di analisi LMC, è il periodico Automotive News. Stando ai dati analizzati dalla ricerca, l’azienda di Elon Musk sarebbe destinata a perdere oltre 10 punti percentuali sulle vendite da qui al 2025. In quest’anno infatti, secondo le stime, Tesla potrebbe avere soltanto il 10% della quota di mercato. Ad approfittarne sarebbe la Casa tedesca, che grazie all’ottimo lavoro fin qui svolto, ha fatto registrare un balzo al 10% nel 2020 e una prospettiva al 15% nel 2025.

“È morto il re, viva il re” si potrebbe dire in questi casi, ma l’importanza sul mercato di Tesla non può essere di certo accantonata. Pete Kelly, amministratore delegato di LMC, ha sottolineato che l’azienda americana è stata dominante sul mercato, ma vista la crescente attenzione alla mobilità elettrica, la leadership potrebbe presto cadere.

Sono tante, infatti, le Case che si sono affacciate con sempre più determinazione al mondo dei veicoli elettrici, una vera e propria “minaccia” per Musk, che nell’ultimo periodo ha optato per un nuovo investimento. Da Audi a BMW, passando per Mercedes e Toyota, diverse sono le aziende che vorrebbero approfittare di una caduta, seppur sommaria, di Tesla.

Nonostante la crisi pandemica, le vendite globali dei veicoli full electric sono cresciute del 27%. Diverso invece il trend del mercato complessivo, calato di ben 14 punti percentuali. Secondo le stime di Kelly, l’Europa ha avuto un’importanza cruciale nell’andamento crescente: “Hanno superato le aspettative, le vendite sono aumentate del 105%”.

Nello studio di LMC, poi, viene sottolineato come le Case automobilistiche hanno già pronti piani di sviluppo a lungo termine per la mobilità elettrica. Diverse aziende hanno fatto i conti per il futuro per scommettere sui veicoli elettrici con quote di mercato, da qui al 2025, sempre più in salita.

Se a prendere il posto di Tesla, che vorrebbe allargare la famiglia col primo furgone elettrico, potrebbe essere Volkswagen, anche nelle retrovie potrebbe esserci presto un rimescolamento delle carte. Nell’ottica di guadagnare una fetta del mercato, gli investimenti delle società non mancano. Ecco allora che da qui al 2025 la tedesca Daimler potrebbe vedere raddoppiare la propria quota (dal 2,5% al 5%), Toyota potrebbe assestarsi al 5% (oggi all’1%) e Ford balzare dall’attuale porzione misera ad un 4%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Auto elettriche, i brand che mirano a “spodestare” Tesla