Auto abbonata all’autovelox: ma non c’era il proprietario al volante

Quaranta violazioni commesse in pochi mesi ma al volante dell'auto 'incriminata' non c'era il proprietario

Quaranta volte ‘fotografata’ dall’autovelox per violazione dei limiti di velocità: questo il primato ottenuto in pochi mesi da un’automobile che circolava (ad alta velocità, ovviamente) sulle strade vicino a La Spezia, in particolare intorno a Santo Stefano di Magra.

Dopo le prime infrazioni, la macchina – con targa straniera – è finita nel mirino della Polizia locale che al termine di cinque mesi di ‘caccia’ l’ha finalmente fermata all’alba dell’11 luglio. Al volante c’era un automobilista ungherese che non è però risultato essere il proprietario del mezzo, appartenente invece ad un 53enne friulano residente all’estero e che torna solo occasionalmente nella zona tra Liguria e Toscana.

Così, probabilmente senza mai aver commesso una delle infrazioni registrate dagli autovelox, il friulano ha ricevuto tutti i verbali per un ammontare di oltre 10mila euro e quasi 120 punti della patente azzerati.

Le brutte notizie per l’uomo non sono peraltro finite qui visto che se non fornirà entro 60 giorni i dati del conducente autore di ogni violazione – come previsto dal regolamento – potrebbe subire le ulteriori sanzioni previste dall’articolo 126 del Codice della Strada. Quali? Ben 286 euro per ogni mancata comunicazione dei dati del conducente.

Secondo i carabinieri, infatti, è più che probabile che non fosse sempre l’ungherese al volante a commettere le infrazioni. Sarà allora il caso che il 53enne friulano si adoperi per scoprire chi fossero gli amici del magiaro…

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Auto abbonata all’autovelox: ma non c’era il proprietario ...