Audi introduce un nuovo telepass integrato nello specchietto retrovisore

Un Telepass integrato, per pagare con immediatezza e semplicità il casello autostradale: la nuova tecnologia voluta da Audi vedrà la luce negli USA entro fine anno.

Presto, il pagamento del casello potrebbe diventare più semplice. É infatti recentissima la notizia che vede Audi impegnata nella facilitazione di un’operazione che gli automobilisti – soprattutto quelli che macinano molti chilometri per lavoro – compiono quotidianamente: pagare il pedaggio. Ad oggi, l’alternativa più comoda al pagamento in contanti, con carta di credito o con la ViaCard, è rappresentata dal Telepass, un affarino di plastica grigio che viene appiccicato al parabrezza. Ma la celebre casa automobilistica sembra determinata a segnarne un’evoluzione.

La risposta risponde al nome di Integrated Toll Module (ITM), un vero e proprio transponder integrato nel vetro dello specchietto retrovisore. In questo modo il parabrezza rimane completamente libero, a tutto vantaggio della visibilità. E non c’è più la paura di dimenticarselo, in caso si decida di togliere il Telepass da una macchina per passarlo temporaneamente sull’altra (operazione che, in caso non si abbiano due auto entrambe con l’ITM, potrebbe ora diventare decisamente difficile).

Audi, che ha sviluppato la nuova tecnologia in collaborazione con Gentex (che ha in passato ideato anche un retrovisore intelligente, progettato per mostrare le immagini riprese da una telecamera esterna, i segnali stradali e le indicazioni del navigatore), spiega che l’Integrated Toll Module sarà per ora installato sulle automobili destinate al mercato degli Stati Uniti, e che sarà compatibile con il 97.8% dei caselli del Paese, oltre che funzionare in diverse località di Canada e Messico.

Disponibile a partire dalla fine del 2018, l’innovativa tecnologia sarà per installata su alcune specifiche tipologie di veicoli: ad oggi, Audi non ha ancora fatto sapere quali modelli lo monteranno, ma le immagini fatte circolare dalla casa automobilistica per lanciare la novità riportano gli interni di un’Audi A8. Quindi, si presume che sia proprio questo modello il “pilota” dell’Integrated Toll Module. Pare invece che in Italia – dove il Telepass è controllato dal Gruppo Atlantia – sia in corso una trattativa con FCA per sperimentare un sistema di questo tipo a bordo della nuova Jeep Renegade.

Se l’Integrated Toll Module sarà trattato come un optional, e quale prezzo avrà, sono ancora due aspetti che Audi non ha chiarito. L’idea è comunque quella di introdurre sul mercato un sistema che consenta di pagare in modo semplice e veloce non solamente i pedaggi autostradali, ma anche parcheggi e traghetti, e di poter usufruire di tutti i servizi Telepass Pay, dal rifornimento di benzina al pagamento del bollo auto, dalla manutenzione della macchina al suo lavaggio.

Audi introduce un nuovo telepass integrato nello specchietto retrovisore

MOTORI Audi introduce un nuovo telepass integrato nello specchietto retr...