Assicurazione, sconti e immatricolazioni: le novità auto 2016

La Legge di Stabilità 2016 prevede diverse novità per gli automobilisti

Anno nuovo, vita nuova. Anche nel mondo dell’auto. Con la Legge di Stabilità 2016 approvata in via definitiva dal Parlamento, a breve arriveranno arriveranno una serie di norme che cambieranno non poco la vita di automobilisti e motociclisti, senza contare una serie di ‘sconti’ promossi dal Governo per veicoli aziendali e caravan.

La prima, grande novità introdotta con la Legge di Stabilità riguarda l’assicurazione auto. Se a ottobre 2015 era arrivata la possibilità di non esporre il tagliando sul parabrezza, nel 2016 diventerà affettivo il controllo sulla RCA effettuato con autovelox, Tutor, portali cittadini (area C, ZTL) e apparecchi simili dotati di macchina fotografica. Le immagini raccolte verranno ‘incrociate’ con le informazioni contenute database della Motorizzazione civile, un controllo che permetterà di riconoscere immediatamente le auto fuorilegge.

Un’altra bella novità in arrivo con la Legge di Stabilità sono gli ‘sconti’ per quelli che genericamente possono essere definiti veicoli aziendali. Dal comma 91 al 94, la Legge prevede infatti la possibilità di acquistare mezzi inerenti all’attività di impresa con un maxiammortamento fino al 140%  del costo: la percentuale è variabile in base ai parametri previsti dall’articolo 164 del Testo unico delle imposte sui redditi. Lo sconto sarà retroattivo, visto che riguarderà anche i veicoli acquistati dal 15 ottobre 2015. Il tutto con un distinguo importante: lo ‘sconto’ riguarderà i mezzi acquistati in leasing ma non con noleggio a lungo termine.

Buone notizie anche per i proprietari di camper e caravan. Ai commi 85 e 86 è infatti prevista l’istituzione di un fondo di 5 milioni di euro per garantire un contributo fino a ottomila euro per l’acquisto di un veicolo di classe non inferiore a “Euro 5” a fronte della rottamazione di un mezzo di categoria “Euro 0”, “Euro 1” ed “Euro 2”. L’incentivo sarà applicato dal rivenditore sotto forma di sconto per i veicoli acquistati nel 2016 e immatricolati fino al 31 marzo 2016.

Nessun vantaggio, anzi, invece per i ‘furbetti’ che immatricolano il proprio veicolo all’Estero per evitare il pagamento del bollo ed eventuali multe in Italia. Il comma 964 chiarisce infatti come la re-immatricolazione all’Estero sia possibile solo se lo stesso veicolo viene ‘radiato’ dal PRA in Italia. Tutti i vari passaggi dell’operazione dovranno essere documentati dettagliatamente, con tanto di presentazione al PRA della documentazione doganale di esportazione, “ovvero, nel caso di cessione intracomunitaria, della documentazione comprovante la radiazione dal Pra”. In pratica la norma punta ad impedire che i ‘furbetti’ di cui sopra reimmatricolino l’auto all’estero ma continuino a circolare in italia eludendo bollo e multe.

Per finire, la Legge di Stabilità ha dedicato un occhio di riguardo alla questione delle reali emissioni dei veicoli su strada, emersa in tutta la sua importanza negli ultimi mesi del 2015 con il dieselgate. la Legge prevede infatti l’istituzione di un fondo per “avviare un programma straordinario di prove su veicoli nuovi di fabbrica e su veicoli circolanti”, in modo da verificare la corrispondenza tra le emissioni di omologazione dichiarate dalle varie case automobilistiche e quelle reali su strada, oltre che per “incrementare le verifiche di conformità su veicoli e dispositivi a tutela della sicurezza stradale e della salute pubblica”.

MOTORI Assicurazione, sconti e immatricolazioni: le novità auto 2016