In arrivo 100 nuove stazioni di ricarica veloce sulle autostrade italiane

Autostrade per l’Italia accelera il piano per l’installazione di stazioni di ricarica ad alta velocità

È previsto l’arrivo di ben 100 nuove stazioni High Power Charge, punti di ricarica rapida ad alta velocità per le auto elettriche, sull’intera rete autostradale italiana; è quello che prevede il piano di Autostrade per l’Italia (Aspi S.p.A).

La società che gestisce la rete autostradale italiana comunica un’accelerazione della strategia di espansione di queste stazioni di ricarica, assolutamente indispensabili per la diffusione dei veicoli elettrici. Servono nuovi stalli e in tempi brevi, l’Italia al momento è ancora troppo ‘indietro’ da questo punto di vista, e non possiamo permettercelo.

Con gli incentivi auto e altre iniziative infatti si cerca in ogni modo di spingere verso l’acquisto di motorizzazioni elettriche, ma la carenza di colonnine per la ricarica (oltre ovviamente ad altri fattori, quali ad esempio i prezzi di listino ancora troppo alti) blocca gli automobilisti sulla completa transizione verso le motorizzazioni a zero emissioni.

Ed è anche per questo motivo che Aspi velocizza i suoi piani e, dopo le stazioni di ricarica per auto elettriche che sono state inaugurate nelle aree di servizio Secchia Ovest, nei pressi di Modena, e Flaminia Est, a nord di Roma, la strategia per l’installazione dei nuovi stalli continua, e oggi prevede la realizzazione di ben altre 100 aree di servizio della rete Aspi dotate di punti di rifornimento di energia ad alta velocità entro il 2023. La distanza media tra uno stallo per la ricarica delle vetture elettriche e l’altro dovrebbe essere all’incirca parti a 50 km, per allinearsi a quelli che oggi sono gli standard europei.

Ricordiamo che la prima stazione di ricarica ultra veloce installata sulla nostra rete autostradale è stata quella della Motor Valley, la cosiddetta Terra dei Motori, il distretto industriale e culturale in Emilia Romagna, noto in tutto il mondo per essere il luogo dove sono nati alcuni brand automotive più famosi come Maserati, Ferrari, Lamborghini, Pagani, Ducati e non solo.

Tornando alle nuove stazioni, le High Power Charge prevedono 12-15 minuti di tempo medio per una ricarica. L’investimento previsto per la realizzazione dei nuovi punti di rifornimento di energia ad alta velocità supera i 50 milioni di euro in due anni. Giorgio Moroni, amministratore delegato Free To X (gruppo Aspi) ha presentato il piano di installazione delle aree di ricarica ultra fast per veicoli elettrici sulla rete autostradale italiana al Meeting di Rimini nell’ambito del dibattito “La transizione Ecologica e Vettori Energetici”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI In arrivo 100 nuove stazioni di ricarica veloce sulle autostrade itali...