Arriva ‘Patente & Libretto’, la nuova app anti ‘furbetti’ per la polizia

Dopo la sperimentazione di Torino, a breve la nuova app sarà utilizzata in tutta Italia

D’ora in poi la fatidica frase ‘patente e libretto’ potrebbe davvero non dare scampo ai chi cerca di fare il ‘furbetto’: da qualche giorno è infatti in prova alla polizia di Torino una nuova app, denominata proprio ‘Patente&Libretto’, sviluppata dalla Veicoli Srl, società che fa parte dell’incubatore del Politecnico del capoluogo piemontese.

Presentata in anteprima all’Aci locale, l’app rende possibile un riscontro immediato e preciso del documento di guida e di circolazione dei veicoli, in seguito al quale avviare eventuali ulteriori accertamenti su dati di maggior interesse ma di norma molto complessi da fare non elettronicamente. In pratica, chi prima riusciva ad evitare sanzioni per la difficoltà nel fare tutti i controlli incrociati, ora avrà ben poche speranze di cavarsela.

Finora l’app è in dotazione solo agli agenti di Torino ma a fine mese sarà a disposizione dei 300mila agenti della polizia stradale, che se ne potranno avvalere su cellulare o tablet, con un prontuario interattivo del codice della strada.

L’app sarà ancora più importante ed utile vista la nuova norma entrata in vigore lo scorso novembre 2015 e che prevede l’obbligo di registrare alla Motorizzazione, sulla carta di circolazione, il nome di un conducente che abbia in uso un’auto per più di 30 giorni, non essendone il proprietario. Chi non si mette in regola rischia una multa di 700 euro e il ritiro della carta di circolazione

Ricordiamo peraltro che la norma non ha valore retroattivo e quindi chi al momento dell’entrata in vigore della norma usava già un veicolo non proprio o non aveva un’intestazione non aggiornata non era obbligato a far nulla, stante la libertà di poter effettuare lo stesso la registrazione. Parimenti, la norma non riguarda chi svolge attività di autotrasporto soggetta a titolo autorizzativo o chi appartiene allo stesso nucleo familiare.

In relazione invece ai titolari di mezzi di trasporto, auto e motoveicoli, che sono nella disponibilità di un soggetto diverso dall’intestatario, dovrà essere comunicato alla Motorizzazione il nominativo dell’utilizzatore del veicolo e la scadenza temporale dell’utilizzo stesso.

MOTORI Arriva ‘Patente & Libretto’, la nuova app anti ‘...