Arriva l’auto a guida autonoma che capisce i segnali dei vigili

Le nuove auto a guida autonoma Waymo possono rispondere ai segnali manuali dei vigili urbani

Torniamo a parlare di auto a guida autonoma, in costante via di sviluppo, e oggi introduciamo una novità presente su queste vetture.

Le nuove vetture intelligenti potranno rispondere in maniera molto efficace ai segnali fatti dai vigili urbani, comprendendone il significato con precisione. È stato dimostrato ad un incrocio dove il semaforo era rotto e la macchina ha capito la segnaletica del vigile. Effettivamente le auto a guida autonoma, che viaggiano sicure e veloci su strade libere e con segnali chiari, potrebbero riscontrare un grande problema trovando un semaforo malfunzionante. In questo caso dimostrato, per aggirare la mancanza della luce verde, la compagnia automobilistica di auto a guida autonoma Waymo ha addestrato l’intelligenza artificiale dei suoi veicoli per rilevare e rispondere ai movimenti del braccio di un vigile urbano mentre dirige il traffico nel bel mezzo di un incrocio.

La Casa ha quindi affermato per la prima volta che le proprie auto autonome potrebbero essere in grado di rispondere anche ai segnali delle mani dei ciclisti che si trovano vicini alla vettura. Si tratta di una particolare ricerca che, dal punto di vista del veicolo, ha trattato le persone in bicicletta come ostacoli da tracciare ed evitare. Waymo ha recentemente pubblicato il primo video che mostra i suoi veicoli mentre rispondono ai comandi dei vigili, soprattutto in assenza di semafori funzionanti, e come sono in grado di obbedire agli ordini. La visualizzazione presentata sul web mostra, immagine dopo immagine, la prospettiva digitale dell’auto mentre attraversa l’incrocio.

Quindi si può vedere la vettura nel momento in cui si avvicina all’intersezione dove un muro rosso virtuale blocca la strada, andando quindi a dimostrare che il software del computer risponde all’assenza di una luce verde in corrispondenza di un incrocio nello stesso modo in cui risponderebbe vedendo una luce rossa illuminata. Il poliziotto presente nel video, che viene rappresentato da un piccolo prisma, passa attraverso la rappresentazione virtuale dell’incrocio prima di muovere le braccia facendo muovere l’auto a guida autonoma.

Gli scettici che non credono all’efficienza di queste nuove vetture intelligenti continuano a chiedersi come il software automatizzato potrà gestire le situazioni inaspettate e inusuali, e questa è una prima dimostrazione della loro grande intelligenza.

auto guida autonoma vigili

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Arriva l’auto a guida autonoma che capisce i segnali dei vi...