Ammessa class action contro Volkswagen per ‘dieselgate italiano’

La Corte d'Appello di venezia ha ammesso la class action per consumi 'irregolari'

E’ stata ammessa anche in Italia la class action contro Volkswagen per la vicenda delle emissioni truccate promossa da Altroconsumo. L’ordinanza formale è stata emessa venerdì dalla Corte d’Appello di Venezia, con relativo via libera alla class action, che si affianca a quella già aperta dal Tribunale di Torino contro la Fiat.

”Ci sono voluti 1 anno 2 mesi e 23 giorni, due fasi di giudizio, oltre cento pagine di atti tra atto di citazione e reclamo, centinaia di documenti esaminati, due consulenze tecniche di parte, oltre 20mila consumatori che hanno già manifestato la loro intenzione di aderire all’azione”, ha sottolineato Altroconsumo.

“Nel 2014 l’associazione ha messo alla prova in un laboratorio specializzato due modelli di auto (Panda 1.2 benzina, 51 kw e Golf 1.6 TDI BM, 77KW) confrontando i risultati relativi ai consumi di carburante con i dati dichiarati dalle case automobilistiche – si legge nella nota diffusa dall’Associazione  – I dati non erano risultati omogenei: i consumi e le emissioni del modello di Panda sono risultati più alti del 18%, quelli del modello di Golf addirittura più del 50%. Le case automobilistiche hanno creato così false aspettative nei consumatori: una vera e propria pratica commerciale scorretta, sulla quale sta indagando l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato”.

A questo punto si attende solo che il Tribunale di Venezia stabilisca le modalità per rendere nota la decisione e invitare i consumatori ad aderire formalmente all’azione risarcitoria collettiva.

Ricordiamo che i due casi di irregolarità non sono legati al “dieselgate” più celebre scoppiato negli Stati Uniti ma per irregolarità riscontrate su test promossi da Altroconsumo relativamente ai due modelli d’auto commercializzati in Italia.

Nell’attesa, appunto, di capire l’entità del rimborso per chi possedeva la Volkswagen, si conosce invece in linea di massima il risarcimento legato alla Panda: chi ha aderito alla class action e ha percorso, per ipotesi, 15mila chilometri all’anno con l’utilitaria Fiat, può chiedere un risarcimento di 239 euro.

MOTORI Ammessa class action contro Volkswagen per ‘dieselgate italiano&...