Addio all’Italia? La Ferrari potrebbe trasferire la sede all’Estero

Secondo Bloomberg, Sergio Marchionne potrebbe spostare la sede legale della Rossa a Londra

Negli ambienti finanziari gira una clamorosa indiscrezione: Sergio Marchionne sarebbe intenzionato a trasferire la sede legale della Ferrari all’Estero, sull’esempio di quanto già fatto per la FCA. A riportare l’indiscrezione è una fonte solitamente ben informata, ovvero Bloomberg.

Sempre secondo Bloomberg, per quanto riguarda invece l’aspetto puramente produttivo la Ferrari resterà nello storico stabilimento di Maranello. Lo stesso presidente del Cavallino Sergio Marchionne, peraltro, ha più volte ripetuto che la Ferrari resterà ‘italiana’. Evidentemente almeno per la produzione.

Con ogni possibilità, la nuova sede della Ferrari potrebbe essere Londra, come già accaduto per la FCA. Nel Regno Unito, infatti, le aziende godono di una serie di vantaggi finanziari e, nello specifico, di un’imposizione fiscale più favorevole rispetto all’Italia.

Il trasferimento della sede legale della Ferrari sarebbe ovviamente un brutto colpo per l’Italia, sia a livello di immagine che per il mancato incasso delle tasse sui guadagni della Rossa.

Intanto, la notizia del possibile trasferimento della sede della Ferrari all’Estero non ha avuto riflessi positivi in Piazza Affari, dove il gruppo FCA ha perso – anche per altre ragioni – il 6.62% mentre a Wall Street il segno negativo è stato del 4.5%.

Peraltro, in previsione è già contemplato lo scorporo della Ferrari da FCA: la Rossa verrà quotata autonomamente in borsa a Wall Street e su un altro mercato europeo. Al termine dell’operazione di scorporo della Ferrari da FCA, la Exor, la finanziaria ‘cassaforte’ della Famiglia Agnelli, dovrebbe detenere una quota della Rossa inferiore al 30% ma una quota comunque superiore dei diritti di voto.

MOTORI Addio all’Italia? La Ferrari potrebbe trasferire la sede all&#82...