Yamaha YZF-R1 e YZF-R6: colorazioni Racing per il 2014. Foto

Il racing blu troneggia nelle grafiche per i MY2014 delle supersportive di Iwata, ispirate alle MotoGP di Rossi e Lorenzo

Come spesso accade nel mondo dei motori, non è una novità che un colore sia associato a un modello di moto oppure al brand di un Costruttore. Anche per Yamaha è accaduto e, come gli appassionati sanno, il blu è il colore che ormai da molti anni campeggia sulle carenature delle Yamaha ufficiali che corrono in MotoGP e che correvano in Superbike ai tempi di Ben Spies e Marco Melandri.

Proprio per sottolineare questo speciale legame cromatico, nel 2012  Yamaha presentò una serie di livree speciali su base blu che si ispiravano alle YZR-M1 dei piloti ufficiali di allora, Jorge Lorenzo e Ben Spies.

Un’operazione che, a quanto pare, ha soddisfatto i vertici del Marchio giapponese che hanno deciso di replicarla anche per il 2014 ampliando la gamma “Race Blu” anche alla nuova naked-motard MT-09 (da ottobre 2013). La speciale colorazione sarà disponibile per YZF-R1 e YZF-R6 nelle Concessionarie Ufficiali Yamaha da novembre 2013.

Scendedno nel dettaglio delle supersportive di Yamaha, per il 2014, le colorazioni Race Blu  propongono il medesimo abbinamento dello scorso anno (Yamaha Blue accostato al Dark Grey), ma le grafiche sono praticamente invertite visto che il colore dominante è ora il grigio, prima riservato a codone e parte bassa della carenatura, mentre queste componenti sono ora in blu, mentre gli adesivi sono laminati in blu applicati su fondo grigio. Sia sulla YZF-R1 che sulla YZF-R6 troviamo poi l’anodizzazione blu degli steli della forcella, la stessa tonalità dei cerchi della ruota.

Nessun aggiornamento tecnico per le pistaiole proposte di Yamaha che comunque meritano un plauso per le rispettive meccaniche, affidabili e prestazionali, sempre molto apprezzate dai riders più sportivi.

La R6 continua infatti ad essere affidata al motore 4 cilindri DOHC paralleli e inclinati in avanti, 4 valvole a corsa corta, dotato di controllo dell’aspirazione YCC-I (Yamaha Chip Controlled-Intake) e del gas YCC-T (Yamaha Chip Controlled-Throttle).

La potenza raggiunta dalla supersport media è di 123,7 CV a 14.500 giri/min, mentre la coppia tocca i 65,7 Nm a 10.500 giri/min. La sorella maggiore R1 si conferma al top della categoria ed orientata ad un utilizzo molto sportivo: i 998 cc del suo 4 cilindri erogano 182 CV a 12500 giri/min e 115.5 Nm a 10000 giri/min per un peso contenuto in 206 kg in ordine di marcia.

(a cura di OmniMoto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Yamaha YZF-R1 e YZF-R6: colorazioni Racing per il 2014. Foto