Yamaha Teneré 700, ad Eicma 2018 torna la regina del deserto

La fiera a Milano è pronta ad accogliere la Yamaha Adventure più agile e prestante di tutti i tempi

Ténéré risale al lancio del modello enduro adventure XT500 nell’ormai lontano 1976, ed oggi torna in versione rivisitata.

Si tratta di una moto monocilindrica a 4 tempi che venne subito apprezzata per la sua versatilità e ottenne un grande successo. Alla fine degli anni Settanta fu una delle due ruote più vendute, con più di 600.000 unità distribuite in 14 anni di produzione. Iniziò ad essere scelta da tutti i piloti che amavano l’avventura, che partecipavano a competizioni particolari, visto che venne soprannominata la regina del deserto, proprio perché molto adatta ai rally su quel tipo di terreni. Ancora oggi è una delle moto simbolo della fine del XX secolo.

Nel 2016 abbiamo percepito il primo segnale che Yamaha stava lavorando per la produzione di una nuova Ténéré quando presentò il concept T7 nei saloni dedicati alle moto di tutto il mondo. Il pubblico si mostrò subito interessato, la Casa aveva dato la possibilità alla clientela di iniziare a vedere quello che stava realizzando e nel 2017 lanciò il prototipo Ténéré 700 World Raid, che si avvicinava sempre più a quella che sarebbe stata poi la moto, facendole affrontare un giro del mondo in posti degni dell’avventura, una fase di sviluppo ardua ed estrema, con terreni ostili e condizioni climatiche avverse.

Oggi arriviamo al momento di rilanciare una moto che potrebbe riguadagnarsi la posizione leader nel segmento Adventure, la nuova Ténéré 700, con le specifiche più elevate della categoria, una delle più entusiasmanti e significative due ruote di questo tipo. Spinta dal bicilindrico fronte marcia CP2 da 698cc, ammirato e amato da molti piloti, la nuova Yamaha ha un telaio inedito, snello e leggero, a doppia culla in acciaio, che offre agilità off-road e maneggevolezza al top, per prestazioni ancora più elevate.

Per il pieno controllo nella guida off-road è importante potersi spostare avanti e indietro con il corpo, seguendo la conformazione del terreno, per questo motivo la nuova due ruote mostrata al Salone del Ciclo e del Motociclo da domani ha sella piatta e snella alta 880 mm da terra che regala grandiosa agilità al pilota. Anche le sospensioni sono importantissime per il fuoristrada e la due ruote di Yamaha, con la forcella a lunga escursione, dimostra che è pronta a tornare la vera regina del deserto, che non teme nessuna tipologia di fondo; la forcella è regolabile in estensione e ha specifiche rally che assicurano il massimo comfort e maneggevolezza anche sull’asfalto, una delle tourer più divertente da guidare. Anche la sospensione posteriore è di derivazione rally e offre un’azione fluida e progressiva, per un maggiore controllo.

Carattere off-road ben visibile nei cerchi a raggi, capaci di attutire tutti gli impatti che si verificano sui terreni più impervi e accidentati, sono leggeri e lavorano insieme al forcellone per assicurare un elevato livello di controllo e di maneggevolezza alla moto. L’esperienza dei rally si nota nella compatta strumentazione, al centro per garantire un’ottima visibilità, e in grado di mostrare tutte le informazioni utili sul funzionamento della moto senza che il pilota debba staccare gli occhi dal suo percorso. Non ci resta che ammirare la nuova Ténéré 700 a Eicma 2018 e attendere, visto che sarà disponibile dall’estate 2019 nelle Concessionarie Ufficiali Yamaha.

torna yamaha tenere 700

MOTORI Yamaha Teneré 700, ad Eicma 2018 torna la regina del deserto