Yamaha MT09 SP: una speciale di qualità

Le ottime qualità di MT09 messe ulteriormente in luce da una ciclistica rinnovata e di qualità

La sigla SP è particolarmente cara al marchio dei tre diapason che a partire dagli Anni Novanta l’ha utilizzata diverse volte, anche sulla YZF –R1 anche se  il significato di SP non è però Sport ma Special e quindi non deve far pensare a versioni spiccatamente sportive ma piuttosto, come nel caso di questa MT09, abbiamo a che fare con una versione particolarmente curata nella componentistica ma che comunque non ne fa una moto “pronta gare”, semmai una moto ciclisticamente più performante rispetto alle già ottime caratteristiche della versione base.

MT-09 è una famiglia di moto molto importante per la casa di Iwata che pesa il 48% delle moto prodotte, anche se la moto più venduta in assoluto è invece MT 07. In ogni caso nel 2016 MT 09 ha trovato posto nel box di casa di 8.357 italiani, mica bruscolini.

Veniamo all’estetica, che cambia soprattutto nella parte frontale e prende dalla maxi MT10 l’aggressivo gruppo ottico con 4 proiettori a led. Per il resto il nero regna sovrano, sia sui comandi che sulla strumentazione che qui è a caratteri bianchi su fondo nero, che la rendono però maggiormente visibile e elegante.

Il serbatoio ha i fianchi argento e la parte superiore blu e nera. Cupolino e codino sono anch’essi in argento, mentre il parafango anteriore  ha  una finitura blu/nera con grafiche SP. I cerchi sono verniciati in blu  come  sulla  sorella  maggiore,  mentre – come detto – manubrio, leve e piastra di sterzo sono stati verniciati in nero. La sella è caratterizzata da cuciture blu.

La meccanica non cambia: rispetto a MT 09 ci sono sempre i 115 Cv erogati dall’ottimo 3 in linea che ricordiamo dal 2017 è dotato anche di frizione antisaltellamento servoassistita e quickshifter QSS. Il comparto sospensioni è invece decisamente più raffinato: la forcella è una KYB completamente regolabile e tra le altre cose perfettamente riconoscibile rispetto alla standard per effetto dell’anodizzazione color oro. Al retrotreno troviamo invece un monoammortizzatore Öhlins RSA monotubo da 46 mm, completamente regolabile nell’idraulica e dotato di registro remoto per precarico e compressione.

La Yamaha MT-09SP è in arrivo nelle concessionarie a 10.190 Euro (franco concessionario) nella sola colorazione Silver Blu Carbon, che richiama chiaramente quella della MT-10SP.

Yamaha MT09SP

MOTORI Yamaha MT09 SP: una speciale di qualità