Come pulire e sgrassare la catena della moto

La pulizia della catena della moto deve essere fatta con attenzione: ecco quali prodotti usare e come fare

Pulire e tenere in ordine la catena della propria moto è importante, sia per una maggiore sicurezza in movimento sia per far scendere i costi per la manutenzione del mezzo.

Catena moto: cos’è e a cosa serve

Partendo dalle basi, bisogna capire dov’è la catena e a cosa serve. La catena è formata da maglie d’acciaio unite tra loro. Essa, tramite il pignone e la corona, trasmette la potenza del motore alla ruota posteriore. Il trittico della trasmissione è formato da catena, corona e pignone che di solito si trovano sul lato sinistro della moto. Giunti ad un certo stato di usura, tutti i componenti si sostituiscono insieme.

Ogni quanto tempo pulire e ingrassare la catena

Sapere ogni quanto eseguire una manutenzione della catena dipende soprattutto dal tipo di uso che si fa della propria moto, non esiste un chilometraggio universale corretto per pulire o ingrassare la catena. I tempi quindi cambiano se si percorrono strade di città sulle quali la possibilità di accumulare sporcizia è ridotta, rispetto a strade di campagna o anche fuoristrada.

Se si preferiscono e si percorrono principalmente strade di città è buona abitudine ingrassare la catena indicativamente ogni 500 km e pulirla dopo 3 oppure 4 ingrassate. Se invece si pratica il fuoristrada allora bisogna avere una cura diversa della catena e ingrassarla e pulirla più spesso, attenzione anche al fatto che durante l’inverno si deve prestare attenzione al sale depositato sulle strade che potrebbe compromettere la catena se non pulita.

È comunque importante lubrificare la catena anche in seguito ad un lavaggio del mezzo o forte pioggia.

Perché pulire e ingrassare

Pulire e ingrassare spesso il trittico (catena, corona e pignone moto), il quale fa si che la potenza del motore venga trasmessa alla ruota posteriore, fa in modo di limitare le perdite di cavalli, altrimenti elevate, aumentando la durata della trasmissione finale e di preservare i suoi componenti dal deterioramento, così da poter risparmiare denaro per una eventuale sostituzione prematura.

Cosa serve

Per pulire, sgrassare e ingrassare la catena della moto vi è bisogno di alcuni oggetti:

  • Dei guanti di lattice;
  • Cavalletto per moto (se la moto non possiede il cavalletto centrale);
  • Del petrolio bianco o uno sgrassante per catene moto da utilizzare per sciogliere il grasso vecchio e rimuovere la sporcizia dalla catena e che permette di non rovinare gli o-ring (piccole guarnizioni);
  • Cartoni da mettere sotto la catena per non sporcare;
  • Carta e strofinacci.
  • Olio, grasso o spray per lubrificare la catena;
  • Uno spazzolino o un pennello per pulire la catena, oppure un kit di pulizia della catena per moto.

Per sgrassare, pulire e anche ingrassare la catena della moto, la prima cosa da fare è posizionare il cavalletto in modo che la ruota posteriore sia sollevata e libera di girare. Fatto ciò si potrà procedere alla pulizia vera e propria, ma attenzione perché le prossime operazioni descritte dovranno essere effettuate a motore spento e possibilmente freddo.

Pulire la catena

Per prima cosa bisogna eliminare il grasso sporco per eseguire una manutenzione corretta.

In vendita ci sono moltissimi prodotti per lavare la catena della moto, si può utilizzare un prodotto specifico come ad esempio gli spray pulenti, che possono essere particolarmente comodi se dotati di cannuccia che permette di indirizzare il getto ed evitare sprechi, facendo un lavoro preciso. È anche possibile usare lo sgrassatore da cucina, o del petrolio bianco, oltre a questi va bene anche del gasolio. È invece sconsigliata la benzina verde, perché con il tempo potrebbe rovinare gli o-ring.

Quindi cosa scegliere? Gli spray hanno un prezzo superiore rispetto a quello del semplice petrolio bianco o del gasolio, ma garantiscono una maggiore velocità di utilizzo. In base alla necessità o comodità si può optare per prodotti diversi ma vanno bene tutti, la cosa più importante è eliminare completamente i residui del prodotto sgrassante, così che non agisca anche sul grasso nuovo.

Come si fa

Per togliere il grasso vecchio dalla catena si dovrà applicare il prodotto scelto. Se si tratta dello spray allora bisognerà indirizzare il getto dall’alto verso il basso sulla catena e iniziare a spuzzare. In modo simile, nel caso di un altro prodotto basterà farlo colare o applicarlo con un pennellino. In tutti i casi si dovrà procedere mentre si gira la ruota posteriore, per far muovere la catena. In questo modo si potrà detergere tutta la catena, senza muovere l’erogatore.

Dopo aver effettuato uno o due giri, far agire il prodotto per una decina di secondi e poi strofinare con lo spazzolino o il pennello. Attenzione, è consigliato non accendere il mezzo e ingranare la prima per far girare la catena autonomamente durante il processo, questo potrebbe rivelarsi molto pericoloso.

Sgrassata e spazzolata la catena, per completare la pulizia, si dovrà passare un panno pulito per rimuovere il resto del grasso sporco e i residui di prodotto. Dopodiché si potrà iniziare ad applicare il grasso sulla catena.

Kit di pulizia catena per moto

Per chi preferisse un metodo meno “fai da te” per pulire la catena della propria moto, è possibile utilizzare un kit di pulizia della catena per moto con il quale si potrà dire addio allo spazzolino o al pennello, ma ad un costo più alto.

Per utilizzare il kit basterà versare il petrolio bianco nell’apposito contenitore, chiudere le spazzole sulla catena e montare il kit come indicato nelle istruzioni. Per non sporcare posizionare una vaschetta dove far colare il petrolio bianco sporco. A questo punto si potrà iniziare con la pulizia, tenendo il contenitore con il petrolio bianco in alto e premendolo come se fosse una pompetta mentre si fa girare la ruota posteriore. Le setole puliranno per bene la catena e dopo qualche giro, ottenuto il risultato desiderato, smontare il kit di pulizia e asciugare con degli stracci la catena. Dopodiché si potrà iniziare ad applicare il grasso sulla catena.

Ingrassare la catena

Per ingrassare la catena si possono usare grasso, spray o olio. In ogni caso, se la catena è ad O-ring, bisogna verificare che il prodotto sia adatto.

Quindi anche per lubrificare la catena esistono diversi prodotti. In generale, una delle differenze è che l’olio penetra meglio nelle maglie della catena, ma dura meno del grasso e dello spray, quindi se si optasse per questo prodotto, andrebbe lubrificata con più frequenza. In ogni caso, tutti i prodotti sono utili e possono avere piccoli vantaggi o svantaggi: l’olio e il grasso hanno un costo inferiore rispetto allo spray, che invece è più comodo nel suo utilizzo.

Come si fa

Per quello che riguarda l’uso del lubrificante per catene, esso va applicato per tutta la lunghezza della catena, nella parte interna.

Bisogna fare attenzione a non esagerare con la quantità del prodotto poiché può portare a effetti negativi: il grasso in eccesso potrebbe schizzare dalla catena, sporcando la moto e la catena potrebbe raccogliere più polvere e sporcizia.

Utilizzando il grasso

Se si usa il grasso, non quello a spray, per facilitare l’applicazione può essere utile utilizzare un pennellino. Per distribuire il lubrificante su tutta la catena far girare la ruota posteriore a mano. Completato questo passaggio si dovrà attendere che il lubrificante penetri e si asciughi per un po’, infine si potrà tornare in sella.

Utilizzando il grasso spray

Il grasso spray di solito è dotato di cannuccia che consente di indirizzare il getto con precisione direttamente sulla parte interessata per evitare sprechi. Se si utilizza questo prodotto allora dovremo indirizzare il getto dall’alto verso il basso, nell’interno della catena, e iniziare a spuzzare nel mentre si gira la ruota posteriore. Durante il processo bisogna in ogni caso fare attenzione ed evitare che il grasso schizzi su altre parti della moto e in modo particolare sul disco del freno che è posizionato nelle vicinanze.

Un consiglio per evitare di spruzzare per sbaglio il grasso sullo pneumatico potrebbe essere quello di tenere un pezzo di cartone in verticale tra la catena e la gomma, da togliere a lavoro completato.

Con il grasso spray, inoltre, è consigliabile lasciare la moto ferma per alcune ore, così che il prodotto in eccesso si depositi. In seguito, si potranno rimuovere eventuali eccessi con un panno.

In conclusione, ci sono diversi modi e diversi prodotti per lavare e ingrassare la catena della propria moto, ora resta solo scegliere il più adatto alle proprie esigenze e cimentarsi nella pratica. Se l’intenzione è svolgere queste azioni nel minor tempo possibile è sicuramente consigliato l’uso del kit di pulizia e gli spray pulenti e lubrificanti, invece se si punta a spendere il minimo sarà meglio optare per le altre soluzioni. In ogni caso, seguendo i vari procedimenti, si potrà avere una catena perfetta in ogni momento.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Come pulire e sgrassare la catena della moto