Eicma 2018, l’auto d’epoca diventa una moto unica

Presentata all'Eicma la Triumph customizzata su ispirazione della Citroen 2CV di 70 anni fa

La base è quella di una Triumph e l’anima è quella della mitica Citroen 2CV, un gioiellino che era stato presentato nel 1948: da questa unione nasce un modello di moto unico “tailor-made” realizzato da South Garage e presentato all’Eicma 2018.

La Citroen 2CV ha segnato la storia di più generazioni: progettata nel 1936 e presentata nel 1948, è stata in produzione fino ai primi anni ‘90. Subito riconoscibile grazie ai fanali anteriori che sporgono in avanti e con gli inconfondibili passaruota, questa auto era stata pensata per un’utenza contadina che non aveva mai posseduto una macchina, ma grazie al design particolare e alla sua praticità, divenne ben presto un’icona tra i giovani e le famiglie.

È in particolare al modello Charleston, sul mercato dal 1981, che la moto realizzata da South Garage si ispira. Possiamo osservare le linee volute da Serge Gevin, un decoratore, arredatore e pittore che lavorava con il pubblicitario Bob Delpire che rivoluzionò il marchio Citroen in quegli anni e quel rosso delage abbinato al nero che costituiva una delle colorazioni dell’epoca. Era un modello, così come la moto presentata all’Eicma che rievoca l’anima jazzista brillante e veloce dei ruggenti anni ’20.

Sul retro della moto rivediamo il tema dei parafanghi arrotondati della 2CV. E ancora vediamo il portapacchi originale cromato con l’inconfondibile doppia cuspide del marchio Citroen. La parte anteriore presenta un faro giallo sporgente che fa subito venire in mente la 2CV e una griglia centrale in lamiera bordata che ancora una volta riprende il marchio della casa francese. Infine, completano questo modello gli scarichi originali della Triumph, il sedile in pelle che richiama gli inserti nel serbatoio e il para-gambe originale in nero e rosso delage che presenta delle filettature in argento.

 

MOTORI Eicma 2018, l’auto d’epoca diventa una moto unica