Eicma 2018: la moto elettrica made in Italy per il Mondiale di MotoE

Intervista a Giampiero Testoni di Energica sul Mondiale di MotoE

Il Motomondiale del prossimo anno avrà anche una carica elettrica e un’anima italiana: tutte le scuderie della nuova categoria della MotoE utilizzeranno infatti il modello Ego Corsa di Energica.

Il 5 maggio si accenderanno i semafori verdi e il Fim Enel MotoE World Cup prenderà ufficialmente il via dal circuito spagnolo di Jerez. Si tratta di un mondiale di moto completamente elettriche voluto da Dorna ed inserito nel calendario degli eventi ufficiali della MotoGP con 5 appuntamenti che culmineranno in Italia a Misano. In pista scenderanno 18 piloti appartenenti a 12 team iscritti, ma la moto utilizzata sarà solo una: l’orgoglio italiano Ego Corsa di Energica.

Evoluzione della Ego stradale, questa versione corsaiola presenta delle importanti modifiche nell’assetto e nel telaio che garantiscono una migliore guidabilità in pista, come ci ha raccontato Giampiero Testoni, direttore tecnico di Energica, nell’intervista durante Eicma 2018. Anche la batteria di 20 kWh è più capiente della versione stradale, mentre non ci sono differenze per quanto riguarda la presa di ricarica che è sempre basata sullo standard CCS utilizzato nelle comuni colonnine. Per ricaricare completamente una di queste moto basta mezz’ora, quasi come un normalissimo telefonino, e la nuova batteria speciale riesce ad accumulare e contenere il 50% in più di energia.

Addio cambio e frizione: i piloti più esperti troveranno sulla Ego Corsa un sistema ride by wire elettrico che in accelerazione permette di dosare la coppia erogata dal motore e in decelerazione di dosare la coppia rigenerativa sfruttando così il freno motore. Tutta questa tecnologia permetterà ai bolidi elettrici di sfrecciare oltre i 270 km/h con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 2.8 secondi.

MOTORI Eicma 2018: la moto elettrica made in Italy per il Mondiale di Mo...