Vacanze in moto: non dimenticate queste cose

Una vacanza su due ruote è un'esperienza da fare almeno una volta nella vita, ma richiede una certa preparazione: le cose da non dimenticare prima di partire

Con la giusta moto, idee chiare e un bagaglio a prova di imprevisto si può arrivare fino in capo al mondo. “Prendi le valigie e vai”, però, non è l’approccio più indicato quando si organizza un viaggio su due ruote: disciplina e preparazione sono ottime alleate di ogni motociclista, poiché permettono di godersi a pieno il viaggio on the road, assaporando la libertà alla guida senza preoccuparsi troppo dell’ignoto.

Tempo di vacanze: come preparare la moto

La prima voce nella lista delle cose da fare quando si prepara un viaggio in moto è un check-up generale della moto, che permetta di viaggiare in piena sicurezza e spensieratezza. È buona abitudine verificare prima di partire lo stato di cinghie, catena, ammortizzatori, sospensioni e filtri e controllare il livello dei vari liquidi.

Un’attenzione particolare va riservata alle gomme: quali che siano lunghezza e complessità del tragitto, gli pneumatici con cui si parte devono essere in grado di riportarci a casa, e possibilmente arrivarci in buono stato.

Se non si riesce a fare una valutazione serena dello stato d’usura delle gomme in relazione alle distanze che s’intendono percorrere, il consiglio generale è quello di partire con gomme nuove – magari scegliendo i nuovi pneumatici in base alle caratteristiche del viaggio (clima, tipo di tracciato, carico, etc.).

Partire per le vacanze in moto è anche spesso l’occasione giusta per acquistare un buon paio di guanti, accessorio fondamentale per ogni viaggio su due ruote. Per il casco vale invece la regola contraria: non è mai una buona idea partire con un casco appena comprato, perché potrebbe rivelare strada facendo piccoli difetti, che sulla lunga percorrenza possono trasformarsi in un vero incubo. Meglio partire con un casco di cui conosciamo pregi e difetti, meglio se integrale o modulare.

I bagagli per un viaggio in moto

Sistemata la moto, non resta che fare i bagagli e partire. Che siano rigide, semirigide o morbide, le valigie da moto non sono famose per essere particolarmente spaziose. In ogni caso, si tratta di peso che ci porteremo dietro per tutto il viaggio e che influenzerà il comportamento della moto, motivo per cui il carico va valutato con la massima attenzione.

La regola generale dei biker di tutto il mondo è quella di viaggiare il più leggeri possibile. Quel che non tutti dicono, però, è che nei bagagli di una vacanza in moto non c’è quasi spazio per i vestiti. I vestiti vanno in valigia per ultimi, e in base allo spazio che resta.

Da dove si inizia, allora? Innanzitutto dai documenti: in base alla destinazione potrebbero essere necessari particolari permessi o assicurazioni aggiuntive. È poi buona prassi portare con sé i documenti e il libretto d’istruzioni della moto.

Dopo i documenti si passa alle esigenze, reali e ipotetiche, della moto. Tra le prime cose da mettere in borsa ci sono cacciavite, pinza, chiavi inglesi, fascette, fil di ferro e tutto quello che può servire per sistemare una due ruote in difficoltà: un piccolo imprevisto è in grado di rovinare un’intera vacanza, ma si può essere ben preparati quasi a tutto.

Oltre a nastro americano e liquido lubrificante, nel bagaglio di un viaggio on the road non può mancare un kit di riparazione gomme – o camere d’aria, per chi ha gomme non tubeless. Se c’è abbastanza spazio, poi, è una buona prassi quella di portare con sé almeno un litro d’olio motore, cosa che può fare la differenza tra il dover chiamare il carro attrezzi o arrivare comodamente al primo pit stop con mezzi propri.

Cosa non dimenticare

I vestiti, si diceva, possono occupare lo spazio rimanente in valigia. Un consiglio sempre più seguito, quando si ha poco spazio a disposizione, è quello di arrotolare gli indumenti piuttosto che piegarli. In ogni caso si dovrebbe evitare di caricare la moto oltre il necessario, motivo per cui una buona operazione di selezione sarà molto più utile dei trucchi per sfruttare al massimo la capienza delle valigie.

Gli essenziali, in materia di abbigliamento, sono pochi: tuta o giacca antiacqua, scarponi impermeabili, un paio di maglie tecniche, un paio di calzini in più. Se si viaggia d’estate non bisogna dimenticare di prevedere eventuali attacchi di insetti, e può essere utile portare con sé anche una protezione solare per le ore più calde. In ogni caso il clima cambia molto in fretta, quando si macinano chilometri, quindi è bene prevedere di tenere in una borsa facilmente raggiungibile eventuali cambi.

Regola d’oro per i viaggi in moto è quella di portare una chiave di scorta, magari da lasciare nelle mani di un compagno di viaggio o nascondere in luogo sicuro. Altri oggetti che meritano spazio in valigia sono una torcia, un paio di cavi per la ricarica USB da accendisigari, un power bank, batterie di riserva, snack a base di frutta secca e, ultima ma in cima alla lista, una riserva d’acqua.