Thunderbike Customs Unbreakable, la bella tedesca che vince. Foto

Alla European Bike Week 2013 ha conquistato due coppe nelle categorie "Best Custom" e "Best in Show"

A metà mese di settembre si è tenuto l’evento europeo più importante in tema di custom, la European Bike Week, in Austria, presso il Faaker See dove oltre 75.000 possessori di Harley-Davidson hanno potuto ammirare da vicino la meravigliosa "creatura" che vi proponiamo in questo servizio.

Lei ha il nome di “Unbreakable” ed è stata realizzata dalla concessionaria tedesca Thunderbike Customs, notissima azienda preparatrice di custom su base Harley-Davidson nonché concessionaria del brand americano. La Unbreakable ha fatto mettere in bacheca ai realizzatori ben due coppe: "Best Custom" e "Best in Show", due tra i titoli più importanti della rassegna.

Il team con sede a Hamminkeln (vicino al confine con l’Olanda) ha realizzato questa moto in circa sei mesi di lavoro. La custom presentata poi, rappresenta una primizia nel mondo del custom, visto che per la prima volta è stata installata una ruota anteriore da ben 26".

Questo è stato possibile grazie alla realizzazione a mano del telaio, senza sottovalutare il fatto che anche il forcellone, monobraccio, è stato realizzato artigianalmente. Tutto progettato al computer e poi replicato con macchine di altissima precisione.

Al telaio sono state fissate per prime le varie parti, sempre realizzate a mano, mentre il  propulsore, rigorosamente bicilindrico e Made in Milwaukee è stato rivisto e poi montato. Sono seguiti il forcellone, il mozzo ruota e la trasmissione finale (a cinghia). Si è poi passati alle sospensioni e alle parti della carrozzeria, altro lavoro infinito e di precisione.

Tutte le scocche in parte saldate, in parte imbullonate, sono state nichelate, ma ad impressionare è il cerchio posteriore, ricavato da un pezzo di chili e chili di alluminio.

Decine poi le parti costruite per "impreziosire" ulteriormente la realizzazione, tutti a forma di "grata", esattamente come il grosso spoiler che trova spazio nella parte anteriore collegato al telaio, dietro la ruota.

Il coperchio della piastra di sterzo in nero opaco con la griglia cromata, lo scarico anch’esso opaco con la medesima griglia nella parte finale del terminale… le vaschette dei serbatoi dell’olio del freno anteriore e della frizione dalla forma più che singolare, più la si guarda e più si notano particolari. Se poi state cercando i fanali e gli indicatori di direzione, beh guardate bene, sono nella parte inferiore e posteriore del telaio, dei piccoli led! Il tocco finale è poi dato dalla verniciatura della Ingo Kruse.

(a cura di OmniMoto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI Thunderbike Customs Unbreakable, la bella tedesca che vince. Foto