Test Honda NC750X DCT, ancora più equilibrata con 55 CV. Foto

Strumentazione aggiornata ottimo rapporto qualità/prezzo. Si parte da 6.990 euro

E’ stata una delle moto più vendute nel 2013 e alla Honda pertanto sono infatti rimasti fedeli al motore, parco nei consumi, all’ergonomia in grado di mettere a proprio agio il neofita così come il centauro più smaliziato e, ancora, a una versatilità straordinaria per la categoria.

L’ottimo rapporto qualità/prezzo del suo predecessore, la 700, è rimasto invariato e per la NC 750 X con cambio manuale si parte infatti da 6.990 euro f.c., mentre se si desidera equipaggiarla col cambio DCT occorrono 1.000 euro in più. Sulla 750 troviamo inoltre una strumentazione aggiornata, trip computer multifunzione e contamarce su tutte le versioni, mentre in quelle di serie arrivano anche le leve regolabili di gas e frizione.
Per il 2014 le colorazioni del nuovo Honda NX 750 X sono quattro: Candy Arcadian Red, Matt Pearl Glare White, Graphite Black e Sword Silver Metallic.

L’aumento di cilindrata, portata fino a 745 cc, ha permesso di raggiungere una potenza di 55 CV, tutto a beneficio della fluidità di marcia. Molto efficace nella guida è stata l’aggiunta del secondo contralbero di bilanciamento che ha dato un taglio netto alle vibrazioni, come abbiamo avuto modo di verificare, meno avvertibili sulla 750 rispetto alla 700. Le prestazioni migliorano anche in fatto di consumi: 28,9 km/litro, contro i già eccellenti 27,9 km/litro del 700, portando l’autonomia a circa 400 km grazie al serbatoio da circa 14,1 litri di capacità.

Tecnicamente gli ingegneri giapponesi sono intervenuti sulla rapportatura del cambio, ora più lunga ma in maniera differente a seconda della versione: se sulla 750 con cambio manuale l’incremento è del 6%, sulle DCT rimane del 6% dalla 1a alla 5a marcia, solo del 3% invece per la sesta; come optional viene offerta la possibilità di variare marcia in modalità “manuale” anche col piede sinistro, grazie infatti alla presenza della leva del cambio attuabile senza interrompere il gas.

La nuova NC750X mira ad un equilibrio ancora più encomiabile, mantenendo invariate le caratteristiche di assetto della precedente versione. Naturalmente, ben vengano aggiornamenti come il nuovo sistema ABS a due canali e la possibilità di regolare le leve di freno e frizione.
I 7 CV guadagnati dal bicilindrico di 745 cc saranno poco avvertibili dai più, ma se questo incremento lo si abbina alla coppia lievemente ritoccata verso l’alto e alla quasi totale assenza di vibrazioni. Entrambe le modalità di utilizzo del DCT (“D” ed “S”) funzionano meglio, sono più fluide e gli innesti risultano quasi impercettibili, senza contare che entrambe le modalità ora hanno guadagnato rispettivamente delle identità più spiccate e coerenti.

(a cura di OmniMoto.it)
 


 

MOTORI Test Honda NC750X DCT, ancora più equilibrata con 55 CV. Foto