Sym X-Pro 50 e 125 2013: agilità in movimento

La mobilità urbana ha due nuove armi dal rapporto qualità prezzo difficile da battere: 1.415 euro per il 50 e 1.650 euro per il 125

Fatti per dribblare con naturalezza il traffico dell’ora di punta, la gamma X-Pro si propone agile e semplice nella ciclistica. Entrambi, sia il 50 cc che il 125 cc,hanno un telaio tubolare in acciaio, forcella telescopica, doppio ammortizzatore posteriore e cerchi in alluminio con misure di 120/70-12” all’anteriore e 130/70-12” al posteriore. Il comparto freni invece è affidato a un disco da 190 mm con pinza a due pistoncini paralleli davanti e un tamburo da 110 mm dietro. Inoltre sono stati modificati il telaio, rinforzato, ed il doppio ammortizzatore posteriore, progettati per carichi pesanti. Il risultato è una capacità di 233 Kg di massa massima sulla versione da 125 cc. Naturalmente portabauletto e cavalletto laterale sono stati rinforzati.

La vita di bordo invece vuole essere votata al confort, grazie alla sella unica in modo da poter montare un portapacchi di dimensioni maggiorate, mentre la posizione del serbatoio (la capacità è di 8 litri) è stata avanzata, così da agevolare il rifornimento di benzina. Sempre in tema di “spazio”, la pedana piatta permette di stipare diversi oggetti. Arriverà in concessionaria nel mese di maggio a 1.415 euro il 50 cc e 1.650 euro il 125 cc.

Il 50 cc ha un peso di 114 Kg, ed è equipaggiato con un monocilindrico a 4 Tempi da 49,5 cc che sviluppa 1,8 kW a 6.500 giri/min (potenza massima all’albero) ed una coppia massima di 2,6 Nm a 6.500 giri/min. L’avviamento è sia elettrico che a pedale e la velocità massima è di 45 Km/h.

Per la versione da 125 CC il peso passa a 123 Kg a secco ed il motore è un monocilindrico 4 Tempi da 124,6 cc in grado di erogare 6.5 kW a 7.500 giri/min (potenza massima all’albero) ed una coppia massima di 8,6 Nm a 7.000 giri/min. Anche qui abbiamo l’avviamento sia elettrico che a pedale, mentre la velocità massima sale a 85 Km/h.

(a cura di OmniMoto.it)

MOTORI Sym X-Pro 50 e 125 2013: agilità in movimento