Suzuki SV650X: ovvero come ti trasformo la naked

Partendo dalla base della ottima e godibile SV, Suzuki ha sfornato una versione che sembra uscita dall’atelier di un preparatore

Cosa si deve cambiare per modificare il carattere di una moto? Secondo Suzuki bastano pochi sapienti tocchi per trasformare un’apprezzata e solida naked in una cafe racer.

Il cuore e l’anima sono gli stessi e parliamo di motore e telaio che sono presi fino all’ultimo bullone da SV650, ma X è di fatto un’altra moto. Qualcosa è cambiato soprattutto in fatto di precisione e solidità, è cambiata infatti la forcella anteriore che in questa versione guadagna regolazione del precarico e una regolazione più rigida che la fa più rigorosa negli inserimenti in curva ma ugualmente in grado di copiare le asperità dei tutt’altro che levigati asfalti italiani.

È cambiato il manubrio, sulla X non troviamo più quello alto della versione base ma due gustosi semi manubri infulcrati in una piastra di sterzo del tutto nuova. Ben inteso, Suzuki SV650X non è una moto estrema, i semi manubri sono posizionati ancora abbastanza in alto da non trasformarla in una spacca polsi e sono abbastanza aperti da garantire agilità e comfort nell’urbano, tuttavia cambia completamente l’assetto che qui si fa molto caricato sull’anteriore con benefici effetti in termini di precisione di guida.

Bellissima la nuova sella marrone scurissimo a coste trasversali con la parte riservata al passeggero grigia a mo’ di di copri codino. Completa l’effetto estetico il cupolino molto attillato sul faro, caratteristiche poi le tre prese d’aria per lato che suggeriscono tensioni sportive mai sopite. Completano il quadro i fianchetti ai lati del serbatoio che sono verniciati con un piacevole effetto metallizzato.

Resta invariata la strumentazione completamente digitale e identica in dotazione rispetto alla base; ma qui piacevolmente ricompresa nella protezione aerodinamica offerta dal cupolino.

Il prezzo resta veramente competitivo: la versione X costa solo 500 Euro in più rispetto alla base e quindi è ancora perfettamente competitiva a 7.190 Euro chiavi in mano.

Due parole per la versione speciale X-TER, una limited edition caratterizzata dallo spettacolare scarico a due tromboncini con reticella e dal nastro telato posto a protezione dei collettori di scarico. Completano il look da special il porta targa in alluminio e gli indicatori di direzione a led firmati ValterMoto. Con tutto questo il prezzo arriva a 7.590 Euro chiavi in mano.   

Suzuki SV650X

MOTORI Suzuki SV650X: ovvero come ti trasformo la naked