Suzuki GSX-S750, le opportunità di settembre per averla

Le novità presentate dalla Casa di Hamamatsu sull'ultimo modello della storica serie 750

Notizia importante per tutti gli appassionati di motociclismo: arrivano nuove opportunità per avere la Suzuki GSX-S750.

La Casa giapponese ha presentato un’offerta valida fino al prossimo 30 settembre. Grazie al contributo dei concessionari che aderiscono all’iniziativa, si potrà acquistare la nuova Suzuki GSX-S750 al prezzo di 7.900 euro franco concessionario, invece degli 8.690 euro indicati sul listino ufficiale della moto. Si tratta di una riduzione sostanziale che riguarda anche l’allestimento sportivo Yugen Carbon che fino al termine del mese, costerà 8.390 franco concessionario, ovvero 700 euro in meno rispetto al prezzo di listino. Le riduzioni andranno a coinvolgere anche gli esemplari depotenziati, quelli dedicati ai titolari di una patente A2 venduti al medesimo prezzo di quelli full power. L’offerta da parte dell’azienda di Hamamatsu comprende anche le varianti Z della GSX-S750, inclusa la colorazione opaca Nero Mat. Tra le proposte ci sono, inoltre, diverse possibilità di finanziamento.

La Suzuki GSX-S750 raccoglie l’eredità della categoria 750 che ha fatto la storia del marchio nipponico a partire dagli anni ’80 fino ad arrivare all’epopea del modello targato 1985, in grado di rivoluzionare l’universo delle motociclette sportive facendo da apripista ad una serie di modelli che dettarono legge sulle strade e sulle piste di tutto il mondo. La GSX-S750 è dotata di un motore a quattro cilindri che  rappresenta l’evoluzione del modello del 2005, omologato Euro 4 con una potenza massima di 84 kW e 114 cavalli, ridotti a 34 nella versione depotenziata riservata alle patenti A2. All’agilità e alla prontezza tipica della serie 750, l’ultima evoluzione garantisce consumi contenuti, con una con una percorrenza media di 20,4 km/l nel ciclo WMTC.

Fonte: Ufficio stampa Suzuki

A livello aerodinamico, il telaio realizzato dagli ingegneri giapponesi per la nuova GSX-S750 della Suzuki si presenta robusto e sempre più leggero. La ciclistica è stata migliorata con un mono ammortizzatore regolabile e una forcella KYB a steli rovesciati da 41 mm. Le pinze freno Nissin vanno ad agire sui dischi flottanti a margherita da 310 mm al di sotto del controllo ABS. Nella dotazione standard della sportiva di Hamamatsu ci sono il controllo elettronico della trazione, regolabile e disattivabile, e due dispositivi. Il Suzuki Easy Start System permette di avviare il motore sfiorando il pulsante di start. Il Low RPM Assist, invece, serve per stabilizzare il regime al rilascio della frizione sia alla partenza che quando si procede al minimo.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Suzuki GSX-S750, le opportunità di settembre per averla