La prima moto al mondo che vola oggi è realtà: ecco la Kirby

Non si tratta di un esperimento, ma di un vero mezzo pronto alla commercializzazione di massa

Rosa Motor Company è il produttore americano e il suo progetto ha dell’incredibile, una moto che vola, la prima al mondo.

Ma c’è qualcosa che stupisce ancora di più, ovvero il fatto che si tratta di un progetto che non prevede un modello di prova o un prototipo destinato a non entrare mai in produzione, anzi. La moto verrà commercializzata sul mercato e il suo prezzo non sarà diverso da quello delle altre due ruote di alto livello. Non vedremo quindi solo il “modellino” a fiere e eventi, come mezzo di vanto da parte del produttore, ma ci aspettiamo una produzione di massa.

Il nome di questo veicolo mai visto fino ad oggi è Kirby, una moto che volerà davvero e che, oltretutto, avrà la motorizzazione 100% elettrica più potente di un classico motore da 1.000cc, proprio come è segnalato sul progetto Kickstarter e secondo quanto dichiarato dall’azienda. Ovviamente l’elemento che più ci lascia a bocca aperta è la possibilità di far rientrare completamente le due ruote, in modo che la moto possa decollare e prendere il volo.

Kirby sarà davvero in grado di perdere il contatto con il manto stradale e di procedere librando nell’aria, una capacità che va oltre la nostra immaginazione. Il vantaggio di questa tecnologia chiaramente c’è ed è notevole. Innanzitutto l’attrito inesistente consente di avere una resa del motore ai massimi livelli, soprattutto durante l’accelerazione. Il contatto con il terreno si annulla completamente e rende molto facile quindi, ad esempio, muoversi su terreni accidentati. Potrebbe anche essere usato nei territori colpiti da frane o tra edifici in rovina, muovendosi agilmente “in aria”.

Sembra tutto semplice e fantastico, quasi incredibile. Effettivamente l’accelerazione necessaria per alzarsi da terra è molta. Viene quasi da pensare che la moto non riesca in questa impresa oppure che possa farlo nelle autostrade o comunque su via ad alta velocità e invece non riesca a muoversi in agilità sulle provinciali o comunque sulle strade più piccole e lente.

Quello che ci resta da fare è solo attendere e vedere come sarà Kirby, aspettiamo almeno il primo prototipo funzionante prima di trarre conclusioni affrettate; anche se la somma di finanziamenti ottenuti non lascia pensare a nulla di positivo, anzi. A breve comunque sembra che la Casa sarà in gradi di mostrarci qualcosa in più.

kirby moto volante

MOTORI La prima moto al mondo che vola oggi è realtà: ecco la Kirby