Nuova Honda MSX125 2013: leggera, divertente e consuma poco

Design essenziale ma sportivo, manutenzione ridotta all'osso e tanta praticità, ma non chiamatela Mini-bike!

Non fatevi raggirare dalla cilindrata: questa 125 è in grado di divertire i giovani, ma anche e soprattutto i più raffinati ed esperti motociclisti.  Se il prezzo è in fase di definizione, le due colorazioni disponibili sono già note: Solid Asteroid Black Metallic e Pearl Himalayans White.

ll suo “caratterino” lo si intuisce subito dal design, essenziale ma sportivo. Questa MSX125 – dove MSX è acronimo di Mini Street X-treme – dichiara le sue intenzioni bellicose già dal frontale, dove si combinano anabbagliante e abbagliante in una parabola multireflector, mentre al posteriore, invece, troviamo fanaleria a LED. La strumentazione è molto semplice ed hi-tech ed è formatra da un display digitale LCD che riassume tachimetro, conta km con parziale, indicatore del livello carburante e orologio.

Il propulsore è un monocilindrico a 4T con raffreddamento ad aria e cambio a 4 marce, alimentato dall’iniezione elettronica Honda PGM-FI, con la particolarità del cilindro disassato, una soluzione tecnica già adottata su altri modelli Honda.  La trasmissione finale prevede una corona da 34 denti ed un pignone da 15 denti. La manutenzione è ridotta all’osso, con il filtro dell’aria (in carta) che va sostituito ogni 16.000 Km, mentre i consumi promessi dal Costruttore giapponese sembrerebbero altrettanto “vantaggiosi”.

Lo scheletro dell’MSX125 è affidata ad un monotrave superiore in acciaio a sezione quadra con un interasse molto compatto (solo 1.200 mm), mentre l’inclinazione del cannotto di sterzo è di 25°, con 81 mm di avancorsa. Il peso con il pieno di benzina è di appena 101,7 Kg, il che rende di facile gestione la guida, grazie anche alla sella posta a soli 765 mm da terra. Il serbatoio ha una capacità di 5,5 litri, considerando i consumi presumibilmente bassissimi, di capienza sufficiente.

Passando all’assetto, la forcella è a steli rovesciati con diametro da 31 mm, mentre il monoammortizzatore è collegato al forcellone in acciaio scatolato con forma ad “H” e sezione da 50 x 25 mm. Le ruote sono in alluminio pressofuso (con design a razze a Y), con diametro 12” e canale da 2,5′ calzanti gomme da 120/70-12 all’anteriore e al posteriore da 130/70-12.  I freni della MSX sono affidati ad un disco anteriore da 220 mm “morso” da una pinza a due pistoncini ed un disco posteriore da 190 mm con pinza a un pistoncino.

(a cura di OmniMoto.it)

MOTORI Nuova Honda MSX125 2013: leggera, divertente e consuma poco