Mercato moto, ottimi segnali di ripresa a luglio

Gli italiani hanno ricominciato a comprare moto e scooter, la bella stagione ha dato una spinta al segmento

Anche il mercato delle moto è stato praticamente fermo durante tutto il periodo del lockdown per il Coronavirus, sembrava non potesse ripartire, e invece le calde giornate estive hanno acceso la voglia di viaggiare sulle due ruote in Italia.

Arrivano finalmente i primi dati di una vera ripresa, il mese di luglio ha visto un importante aumento del 25.7% delle vendite di moto, scooter e ciclomotori rispetto allo stesso mese dello scorso anno, quindi risultati ottimi per il 2020; i dati sono stati comunicati da ANCMA, associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori. Il presidente Paolo Magri ha sottolineato “Va considerato che il lockdown ha interrotto il mercato nel momento di massima vitalità, ma l’andamento positivo di questi ultimi due mesi di ripresa è significativo e dà fiducia al settore e a tutta la filiera, anche se riduce solo parzialmente l’impatto su un 2020 che segna un -14,63% nelle immatricolazioni: l’autunno fa ancora paura”.

Il totale delle immatricolazioni di veicoli con cilindrata maggiore a 50cc nel mese di luglio in Italia ha raggiunto 36.824 unità complessive, dopo giugno, il mese scorso è stato il secondo per numero di vendite dall’inizio del 2020, considerando il grande incremento anche rispetto al 2019. Le moto trainano il mercato del targato, con un aumento del 31.11% e 15.040 veicoli venduti. Seguono gli scooter con 21.751 unità e una crescita del 20,48% rispetto a luglio dello scorso anno. Anche i ciclomotori registrano numeri positivi, 3.281 pezzi venduti, con un aumento del 17.3% sull’anno precedente. A luglio il mercato totale vede una crescita del 25.7%, con 40.105 nuove vendite.

Per quanto riguarda i primi sette mesi del 2020 invece, si vede oggi un buon recupero della perdita dei volumi causata dal lockdown per il Coronavirus, pandemia che ha colpito il mondo intero. Il calo delle vendite si attesta a -14.63%, lo stesso anche per moto e scooter, per le prime la perdita è del 15.29%, per gli scooter la flessione è del 14.10%. Ciclomotori in calo del 9.37%.

Ottimo il segmento delle moto elettriche (tante le nuove proposte sul mercato oggi), da gennaio a luglio 2020 i veicoli venduti sono 4.700, in aumento del 67.9% rispetto al 2019, un dato molto rilevante. Per quanto riguarda gli scooter, vincono i 125cc, seguono quelli tra 300cc e 500cc e hanno già recuperato le perdite i maxi scooter con più di 500cc di cilindrata.

Prima posizione del segmento delle moto invece per le due ruote con cilindrate superiori a 1.000cc, forte il calo per cilindrate 800-1.000, le moto 650-750cc hanno già recuperato i volumi dello scorso. Uguali anche i volumi delle 300-600cc, le 125cc vedono invece una flessione del 13.11%. Le cilindrate 150-250cc chiudono in crescita.

Tra le moto preferite vediamo in prima posizione assoluta le naked (modelli come la Ducati Streetfighter V4) con 24.613 veicoli targati, seguono le enduro stradali e poi le moto da turismo. Calo significativo invece per le custom, che comunque vendono 2.993 unità. All’ultimo posto troviamo sportive e trial/supermotard.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Mercato moto, ottimi segnali di ripresa a luglio