A cosa serve il liquido refrigerante moto

Per proteggere il motore della moto è necessario un buon liquido refrigerante: ecco a cosa serve

Oltre che per il corretto funzionamento del motore dell’auto, il liquido refrigerante è fondamentale anche per far funzionare al meglio il motore della moto. È un elemento indispensabile per far vivere più a lungo il motore stesso.

Viene inserito in un serbatoio apposito e viene messo in circolo in maniera automatica nel momento in cui è necessario, e quindi quando le valvole termostatiche registrano un forte aumento della temperatura, che supera quelli che sono i valori considerati di sicurezza, per evitare che il motore stesso si surriscaldi in maniera eccessiva e quindi si danneggi anche molto gravemente.

Altra funzione fondamentale che assolve il liquido refrigerante della moto è quella di proteggere il motore nel caso in cui la temperatura esterna scende sotto lo zero. Il circuito dove scorre il liquido refrigerante della moto si mette in funzione anche in questo caso e riesce a fornire un’ottima funzione fluidificante, evitando il congelamento delle varie componenti.

Perché il liquido refrigerante moto è fondamentale?

Il liquido refrigerante che viene utilizzato per proteggere il motore della moto è molto particolare e di estrema importanza. Permette infatti al motore di funzionare anche in condizioni estreme, quindi sia quando le temperature scendono al di sotto dello zero, sia quando vanno a oltrepassare i 100 gradi.

Il liquido refrigerante per la moto, come anche quello che viene usato nei motori delle auto, svolge un’ulteriore funzione assolutamente necessaria, quella antiossidante e antiruggine. Contiene infatti il glicol etilenico che, con il passare del tempo, si separa dalla parte acquosa del refrigerante. Il liquido refrigerante quindi perde la sua capacità di protezione del motore nei confronti della corrosione e della formazione di ruggine. Si consiglia di cambiarlo almeno ogni due anni, senza far passare più tempo, perché si deteriora e si riempie di incrostazioni.

Quale liquido refrigerante scegliere per la moto

La sostituzione o il rabbocco del liquido refrigerante della moto possono essere effettuati anche autonomamente, non sono infatti delle operazioni complesse. Le Case costruttrici solitamente consigliano il liquido refrigerante perfetto da utilizzare in base alle caratteristiche meccaniche e tecniche del motore. È quindi molto semplice la scelta, perché consultando il libretto di manutenzione della moto, si trovano i consigli del produttore, come avviene anche per le auto.

Una cosa importante da sapere è che le indicazioni del costruttore devono incrociarsi poi con quelle che sono le esigenze del motociclista, quindi altri parametri puramente soggettivi. Tra questi ad esempio sono da considerare:

  • le condizioni climatiche a cui viene sottoposta la moto. Le scelte sono differenti nel caso in cui un motociclista viva in una località al sud, sicuramente più calda rispetto ad un paese del nord Italia, ai piedi delle Alpi;
  • la tipologia di tragitto che il motociclista percorre più spesso, quindi la frequenza di utilizzo della due ruote e la durata media dei viaggi;
  • la tipologia di moto, visto che ci sono dei liquidi refrigeranti specifici per moto stradali, per enduro ecc.

Come si sostituisce il liquido refrigerante per moto?

Il liquido di raffreddamento per la moto si trova presso i negozi di accessori auto e moto. L’operazione di sostituzione può essere fatta anche da soli, come abbiamo già anticipato. Vediamo i passaggi da seguire:

  • innanzitutto rimuovere la carena di destra e il paramotore;
  • aprire il tappo del radiatore (attenzione: la moto deve essere fredda);
  • aprire la vite di scarico del liquido, guardate la pompa per individuarla: è quella sulla parte sinistra del motore, sotto il coperchio dell’alternatore;
  • il vaso di espansione deve essere interamente vuoto. Controllare che lo sia e chiudere la vite di scarico;
  • riempire il radiatore (a destra) con il nuovo liquido di raffreddamento, usando un imbuto e raggiungendo il livello giusto, indicato dalla tacca;
  • riposizionare il tappo del radiatore com’era prima;
  • rimettere al loro posto anche la carena e il paramotore.

Una volta effettuate tutte le operazioni, fare un giro di prova per controllare che tutto funzioni correttamente. La spia del liquido di raffreddamento non dovrebbe più accendersi, se tutto è stato effettuato nel modo corretto. Questo significa che la moto non rischia più il surriscaldamento e quindi danni anche molto gravi al motore.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI A cosa serve il liquido refrigerante moto