La Mission Motorcycles “Mission R” va finalmente in produzione

Se volete 163 CV tutti elettrici, una componentistica "race" e quasi 225 km di autonomia allora preparatevi a sborsare da 22.500 a 54.500 euro circa, ma prestazioni ed estetica sono super

1’31" sul leggendario circuito di Laguna Seca. No, non stiamo parlando di moto d’altri tempi, ma del futuro. Da qui all’ 1’20" della pole di Lorenzo nel GP degli Stati Uniti 2012, la differenza non è poca, ma se pensiamo che l’1’31" è stato strappato da una superbike elettrica dal look spettacolare, allora il discorso si fa più intrigante. Ci sono voluti 5 anni di progettazione, ma finalmente pare che la Mission R sarà presto acquistabile grazie all’ unione di due brand: Mission Motors (azienda dedicata alla progettazione, costruzione e vendita di sistemi elettrici ed elettronici destinati ad equipaggiare auto elettriche e ibride) e Mission Motorcycles (azienda che si occupa dello sviluppo e commercializzazione delle motociclette) .

Due le versioni in arrivo, R ed RS (che sarà realizzata solo in 40 esemplari), due moto che condividono la maggior parte della componentistica, fatta da un telaio a traliccio in acciaio, una struttura in lega leggera ricavata dal pieno, il blocco motore (che è strutturale al 100%) e il pacco batterie (elemento parzialmente stressato della ciclistica). Inoltre, anche il motore è il medesimo – trifase a corrente alternata raffreddato a liquido – ed è in grado di erogare la bellezza di 120 kW, ovvero 163,2 CV. A gestire questo tripudio di tecnologia ci pensa il sistema MissionOS, una specifica interfaccia moto-utente costituita display multifunzione touch screen ad alta risoluzione, dotato di tecnologia mobile cellulare e comprensivo di GPS, Bluetooth, videocamera HD (optional), e head up display.

Le differenze tra la R e la RS riguardano invece la componentistica. Se infatti sulla "R" troviamo un equipaggiamento molto raffinato (forcella Ohlins a steli rovesciati da 43 mm e un ammortizzatore, sempre Ohlins al posteriore) sulla RS il livello è ancora superiore grazie alla forcella Ohlins FGRT200 (di derivazione WSBK), accoppiata con l’ammortizzatore TTX36 MkII. Allo stesso modo troviamo freni Brembo con pinze M430 e dischi semiflottanti sulla R, mentre sulla RS sono montate le raffinate pinze GP4-RX ricavate dal pieno e montate su dischi Brembo T-Drive. Su entrambi i modelli è previsto un sistema di recupero energetico in frenata. Diversi allestimenti anche sui cerchi ruota: la versione R ha una coppia di Marchesini forgiati in alluminio, mentre la RS monta dei raffinatissimi BST a sette razze in fibra di carbonio.

Trattandosi di un prodotto altamente tecnologico e ricercato, anche il prezzo di listino è "adeguato" Mission Motorcycles propone infatti le sue versioni a partire dalla "R" con pacco batterie da 12 kWh e 105 miglia di autonomia (169 km) al prezzo di 29.999 dollari (22.530 euro al cambio attuale), ma la sua velocità massima è limitata a 140 mph. Passando al modello da 15 kWh, la velocità massima passa a 150 mph e l’autonomia a 120 miglia, ma il prezzo lievita a 33.999 dollari. Salendo ancora si trova la Mission R da 17 kWh, con autonomia di 140 miglia (225 km) e un prezzo di 39.999 dollari (30.000 euro circa al cambio attuale). Per tutte e tre è disponibile in optional il Tech Package che per 2.750 dollari (2.065 euro al cambio attuale) comprende: videocamera HD, disco di memoria estraibile, navigatore satellitare, supporto Head up Display per il casco e caricabatterie ultra rapido).

Si salta di categoria e si passa poi alla Mission RS che, nell’allestimento appena descritto è disponibile solo con il pacco batterie da 17 kWh e ha il Tech Package di serie. Il prezzo in questo caso schizza a 56.499 dollari (42.410 euro al cambio attuale), ma non è finita qui perché gli acquirenti più esigenti potranno prenotare la Mission RS insieme al GP Package, un lotto di accessori che prevede la forcella pressurizzata Ohlins FGR200 usata sulle più famose MotoGP, l’ammortizzatore relativo, l’impianto frenante Brembo in specifiche 100% MotoGP con dischi da 6 mm totalmente flottanti e un set di cerchi forgiati aggiuntivo Marchesini M7R Genesi, da usare in alternativa ai BST in carbonio. In questo caso parliamo invece di ben 72.499 dollari (circa 54.500 euro al cambio attuale). Con questo listino la consegna (almeno per il Nord America), è inclusa nel prezzo…

(a cura di OmniMoto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

MOTORI La Mission Motorcycles “Mission R” va finalmente in p...