Kymco People One 125i: in città con tanta resa e giusta spesa

Il People One mostra il meglio di sè "dando i numeri": 2.100 euro il suo prezzo e una percorrenza dichiarata di 48 km/litro

Fa parte del segmento degli scooter “ruota alta”, ovvero i mezzi più adatti e sicuri per muoversi velocemente in città… e non solo. La proposta di Kymco si chiama People One 125i, costa 2.100 euro f.c. ed è offerto in quattro colorazioni: bianco Ice, nero New, verde Inglese e rosso Malpaga. Nella cifra sono inclusi parabrezza e bauletto per un comfort superiore. Il piccolo ruote alte della Casa di Taiwan vanta un look particolarmente moderno. Il fanale anteriore ha forme importanti e gli indicatori di direzione sono stati inglobati nello scudo anteriore che vanta la luce di posizione LED nella parte inferiore della griglia.

La pedana è piatta per trasportare una borsa comodamente, e la parte posteriore dello scooter termina con il fanale a punta. Gli indicatori di direzione posteriori, invece, trovano spazio sui lati superiori del paraspruzzi. Non mancano le pedane passeggero a scomparsa, mentre lo scarico ha una sottile striscia cromata che lo rende elegante. La sella è larga e nella parte finale di questa si trova la piastra portaoggetti. In tema di spazi, nel sottosella può trovare posizione comodamente un casco jet. La strumentazione ingloba il tachimetro, l’indicatore del livello carburante e quattro spie di servizio.

Il nuovo People One 125i è poi equipaggiato con due cavalletti: centrale e laterale. Il motore è un monocilindrico a 4 tempi da 124 cc effettivi ed è alimentato dall’iniezione elettronica. Quest’ultima è dotata della tecnologica DIS (Drop Injection System), configurazione che permette di ottimizzare le prestazioni riducendo gli sprechi e dosando il carburante letteralmente “goccia a goccia”. Il risultato è di consumi decisamente bassi (Kymco dichiara di arrivare a 48 km/l). La potenza è di 9,5 CV a 7.500 giri/min, mentre la coppia massima è di 9,5 Nm a 6.000 giri/min. La velocità massima è quella prevista dal Codice della Strada, ovvero 90 Km/h.

Il telaio è in acciaio e piastre stampate, mentre la forcella è telescopica da 33 mm all’anteriore. Al posteriore vi è invece un monobraccio oscillante dotato di un doppio ammortizzatore regolabile nel precarico. Le ruote hanno misure di 90/90-16” davanti e 100/90-14” dietro. I cerchi sono in lega leggera a cinque razze sdoppiate, mentre a “frenare” lo scooter abbiamo un disco da 226 mm davanti (la pinza è a pistoncino singolo) ed un tamburo da 130 mm al posteriore. Il peso è di 120 Kg.

Abbiamo avuto la possibilità di guidare il “piccolo” scooter taiwanese per pochi chilometri, ma dobbiamo dire che il People One 125i ci ha sorpreso per la facilità di guida. Si tocca bene con i piedi a terra, un vantaggio soprattutto per l’utenza femminile. I più alti, invece, troveranno lo scooter un po’ “risicato” negli spazi. Il ruote alte di Kymco è benfatto e vanta ben due ganci per attaccare le borse, uno dietro lo scudo e l’altro (a scomparsa) sotto la punta della sella. Discretamente ampio il vano sottosella. Il peso è esiguo e si sposta facilmente da fermi. Il motore non vibra nè da fermi nè in movimento e lo spunto, nonostante siano solo 9,5 i CV, è soddisfacente. L’agilità è il suo forte: muoversi nel traffico è un gioco da ragazzi e recarsi ogni giorno al lavoro diventa più facile, soprattutto se la città dove abitate è congestionata dalle code al semaforo.

Rassicurante in curva, ha sospensioni tarate correttamente che assorbono pavè e buche senza problemi. I freni sono sicuramente migliorabili; l’anteriore ha abbastanza potenza, oltre ad essere molto modulabile, ma il tamburo posteriore è un po’ scarso quanto a efficacia. Ci sentiamo di bocciare il cavalletto laterale, dotato di molla di ritorno che può risultare un instabile. Basta solo sollevare lo scooter e questo rietra; richiede attenzione. Issare sul cavalletto centrale il People One 125i è invece molto facile. Da segnalare la bocchetta del serbatoio benzina nel retro scudo (il portellino si apre girando la chiave di avviamento), soluzione molto intelligente, mentre attenzione a non tardare agli appuntamenti, perchè manca l’orologio nella strumentazione.

(a cura di OmniMoto.it)

MOTORI Kymco People One 125i: in città con tanta resa e giusta spesa