Kawasaki, in arrivo la prima elettrica? Anticipazioni e rumors

Forse nel 2023 il progetto diventerà finalmente realtà: la concept bike elettrica di Kawasaki potrebbe prendere forma in questi mesi

Kawasaki presentò ormai 3 anni fa il progetto EV, la prima moto elettrica della Casa, in occasione del Salone di Milano 2019. Pare che l’azienda sia al lavoro per lanciare già il prossimo anno la due ruote a zero emissioni. La Casa giapponese potrebbe farla arrivare nel 2023 in tutte le concessionarie del brand. Ancora non abbiamo conferme e informazioni ufficiali, ma qualche rumors.

Al momento sappiamo ad esempio che molto probabilmente avrà una potenza di 27 CV, cambio a 4 marce e sistema di recupero dell’energia in frenata. Sarà una nuova sportiva di Kawasaki, per  la prima volta a propulsione totalmente elettrica. Diversi siti giapponesi spiegano che il prossimo anno potremmo vedere la versione definitiva del “progetto EV” di Kawasaki, la concept bike esposta per la prima volta tre anni fa al Salone di Milano.

Il prototipo apparso nel 2021

Il prototipo della prima moto elettrica di Kawasaki è stato espostolo scorso anno in Giappone. Fu proprio in quell’occasione che la Casa approfittò per annunciare il suo obiettivo: produrre i primi dieci modelli elettrici nel corso dei due o tre anni successivi.

Il brand aveva accompagnato questa dichiarazione da un’immagine che era stata scattata durante i test del prototipo EV Project. Le prove del veicolo sono state effettuate sull’impianto di Autopolis, e sono state molto utili come base di sviluppo per il modello di vendita della nuova moto elettrica di Kawasaki.

Come sarà la nuova elettrica giapponese

Al momento non abbiamo nessuna informazione ufficiale sulla nuova moto a propulsione elettrica di Kawasaki, non sappiamo come sarà. L’unica informazione che abbiamo, dichiarata dalla Casa stessa, è il nome della due ruote a zero emissioni: si chiamerà Ninja E1, e molto probabilmente il nome sta ad indicare in fatto che si tratti della prima Kawasaki Ninja (la nota supersportiva giapponese) completamente elettrica.

Un’informazione molto importante, che ci fa ben pensare che la moto potrebbe arrivare davvero sul mercato a breve, è il fatto che il brevetto della Casa per il progetto EV è già stato registrato. Tra i dati che compaiono sul documento ufficiale è stata annunciata la potenza della due ruote: se inizialmente si era parlato di 10 kW, è molto probabile invece che la nuova Ninja E1 raggiungerà un picco massimo di 20 kW, pari a 27 cavalli circa, come detto in apertura.

La moto avrà un cambio a quattro marce, scelta poco diffusa per i modelli elettrici, e Kawasaki doterà il suo nuovo mezzo originale e a zero emissioni di un comando leva sotto il manubrio, che permetterà al conducente di attivare il recupero dell’energia elettrica, sfruttando le fasi di decelerazione della moto. Niente male come scelta, visto che l’autonomia non è di altissimo livello, anzi: circa 100 chilometri. Per quanto riguarda il peso e l’agilità della moto, raggiungerà molto probabilmente i 219 chilogrammi.

Al momento non sappiamo ancora quali sono le scelte prese da Kawasaki e come abbia deciso di sviluppare le caratteristiche di una moto sportiva elettrica, la prima per il famoso marchio giapponese. Potremmo vedere una prima versione della Kawasaki Ninja E1 già in occasione del prossimo Salone di Milano o di Tokyo, se davvero nel 2023 la moto verrà lanciata sul mercato. Il comando del cambio è a sinistra, raro per le moto a zero emissioni. E ora non ci resta che attendere qualche informazione ufficiale.