Kasawaki Ninja 2HR: grinta e cattiveria da 300 cavalli

All'Intermot di Colonia la Kawasaki svela la "sorella da pista" della futura 2H

Un bolide senza rivali: all’Intermot di Colonia 2014 la Kawasaki presenta la nuova Ninja H2R, una moto senza rivali per quanto riguarda la potenza della prestazioni.

La Ninja 2HR è, come rivelato dalla ‘R’ della sigla e da altri particolari come l’assenza dei fari, una moto destinata solo alle piste ma non per questo teme rivali in ogni campo, visto che oltre che tra le moto di serie nemmeno tra quelle di MotoGp ci sono due ruote capaci di sviluppare la stessa potenza.

Potenza massima che raggiunge l’incredibile obbiettivo dei 300 cavalli, grazie ad un motore sovralimentato da 998cm3, 4 cilindri in linea, progettato e costruito internamente al gruppo delle aziende Kawasaki.

La tecnologia della nuova 2HR non si limita peraltro al motore: per intenderci, il telaio è a traliccio in acciaio ad alta resistenza. A livello aerodinamico, le linee sono affilate e aggressive, quasi cattive e progettate in collaborazione con la Kawasaki Aerospace Company, per un’aerodinamicità che assicura stabilità e favorisce il raggiungimento di alte velocità, grazie alle appendici inferiori e superiori in fibra di carbonio.

Per scoprire la versione stradale della Ninja, la H2, si dovrà attenere l’EICMA di Milano. Il look sarà simile, con i dovuti aggiustamenti, anche su un motore che scenderà di una cinquantina di cavalli di potenza. Ne resteranno comunque parecchi per divertirsi.

MOTORI Kasawaki Ninja 2HR: grinta e cattiveria da 300 cavalli