Honda NC750X 2014, già disponibile con un prezzo super. Foto

La crossover giapponese si rinnova grazie ad un aumento della cilindrata e della potenza

Ad inizio mese, una delle moto che ha catalizzato l’attenzione degli appassionati è stata la nuova Honda NC750X, una delle 13 novità di prodotto che il costruttore nipponico ha presentato a EICMA 2013.

Si tratta del primo “step” evolutivo per la famiglia NC/Integra, mezzi che vantano la medesima piattaforma e che oggi sono aggiornati con un incremento della cilindrata e di conseguenza della potenza. I modelli sono tre, identificati con la sigla Integra 750 (maxi-scooter), NC750S (naked) e NC750X (crossover).

Quest’ultima è già disponibile nelle concessionarie ed ha un prezzo molto aggressivo: 6.990 euro. Parliamo naturalmente della versione standard, perchè per portarsi a casa quella dotata del cambio a doppia frizione DCT, occorrono 1.000 euro in più.

In ogni caso, rispetto ai m.y. 2013, parliamo di un incremento di prezzo di 85 euro. La NC750X sarà disponibile in quattro colorazioni: Sword Silver Metallic, Graphite Black, Mat Pearl Cool White e Candy Arcadian Red.

Honda ha “donato” alle nuove NC/Integra ben 7 CV in più, risultato ottenuto grazie all’aumento di cilindrata: i tecnici hanno portato l’alesaggio dei cilindri a 77 mm, 4 mm in più rispetto al precedente modello.

Le quote vitali sono di 77,0 x 80,0 mm per una cilindrata di 745 cc. Ora la potenza passa dunque a 40,3 kW (55 CV) a 6.250 giri/min, mentre la coppia passa da 60 a 68 Nm (sempre a 4.750 giri/min).

L’evoluzione tecnica, secondo Honda, ha portato con sé anche un calo dei consumi, passati da 27,9 km/l a 28,9 km/l nel ciclo WMTC.

Per quanto riguarda le versioni dotate di cambio doppia frizione DCT, è stato apportato un aggiornamento delle mappe di gestione del cambio nelle modalità Drive e Sport, per anticipare la scalata in fase di rilascio, ed una rinnovata messa a punto dell’iniezione per rendere ancora più fluidi i “kickdown”, ovvero le scalate automatiche quando si spalanca il gas repentinamente chiedendo al motore e al cambio il massimo spunto.

Gli ingegneri della Honda non hanno curato solo il motore, ma hanno regalato alla NC750X anche altri aggiornamenti inerenti all’equipaggiamento: la sella, sia per il pilota che per il passeggero, è stata rivestita con un nuovo materiale (più raffinato), la strumentazione ora sfoggia l’indicatore della marcia inserita ed il trip computer con consumo medio, istantaneo e autonomia residua e la leva del freno anteriore è regolabile.

Cambiano anche i pneumatici di primo equipaggiamento, dotati di una scolpitura entro/fuoristrada (sono i Dunlop Trailmax D609) in puro stile crossover (mentre prima erano impiegate delle coperture Sport Tourer). Ovviamente non manca l’ABS, di serie.

(a cura di OmniMoto.it)