Honda CB125R: dotazioni e finiture al top

La piccola della casa dell’ala segue lo stile Neo Sport Cafè già visto sulla 1000: anche sulla 125 finiture curate e tanta elettronica.

La famiglia Neo Sport Cafè aggiunge il secondo anello della sua catena, in attesa dell’imminente arrivo del terzo con la versione 300cc, che con questa “ottavo di litro” condivide telaio e ciclistica.

Una 125 pensata dunque in grande, con dotazioni ed elettronica degne di moto di cilindrate ben superiori: stiamo parlando, oltre ad ABS che lavora assistito dalla presenza della piattaforma inerziale, anche di una forcella anteriore a steli rovesciati e di fari completamente a led. CB125R è piena di particolari degni di una moto di classe superiore a cominciare dall’avantreno con gli steli delle forcelle da 41mm che danno subito la sensazione di avere a che fare con una moto di maggiore potenza e poi il faro a led molto luminoso con le sue tre fasce di luce e gli indicatori di direzione sempre accesi anche quando non in uso, come le sorelle maggiori, come l’Africa Twin per stare in casa Honda. Diverso invece rispetto alle sorelle maggiori il posizionamento del terminale di scarico che sulla 125 è compatto, sotto il motore e tagliato a fetta di salame, invece che sul lato sinistro come per 1000 e 300.

Davanti agli occhi una strumentazione completa, completamente digitale con tachimetro, contagiri, indicatore marcia inserita, livello carburante, chilometri totali e parziali e una bella batteria di spie ben visibili; i caratteri sono negativi, cioè bianchi sul fondo scuro, per garantire la massima visibilità.

La sostanza si ritrova anche nell’attento lavoro che ha fatto Honda in termini di riduzione di peso; CB125 R è la moto più leggera della sua categoria con solo 126 kg. in ordine di marcia, veramente una piuma! Una caratteristica unica in questa categoria è, come detto in precedenza, l’abbinamento dell’ABS alla piattaforma inerziale che consente di leggere l’inclinazione della moto 100 volte in una secondo. Questo rende l’intervento dell’ABS particolarmente controllato e parsimonioso oltre a impedire il sollevamento del posteriore in frenata, un ulteriore aiuto a chi non è un super-esperto.

Sul motore, poco da dire, è un mono due valvole alimentato a iniezione che eroga 13,3 Cv a 10.000 giri al minuto, consuma davvero pochissimo e con i 10 litri di capacità ci si ferma per un appuntamento con il benzinaio solo dopo 400 km!

La gamma colori comprende il nero, il grigio, il bianco e il rosso e il prezzo chiavi in mano è di 4.740 Euro: la moto è già in vendita!

Honda CB125R e la sua famiglia

MOTORI Honda CB125R: dotazioni e finiture al top