Harley-Davidson XLCH Sportster, una moto del 1965 può rinascere. Foto

Comprare, rinfrescare e vendere una moto di 50 anni può essere un'attività che rinvigorisce passione, manualità... portafoglio. Ecco un esempio "hot"!

Non dimenticarsi dei valori e dello stile che da decenni hanno reso leggendario un marchio "rinfrescarlo" per ridargli vigore a distanza di 50 anni dalla sua costruzione: il 1965.

E’ infatti questa la data di nascita dell’Harley-Davidson restaurata da un motociclista statunitense che, come sempre più appassionati fanno, ha comprato la moto a un prezzo tutto sommato modesto (8.000 dollari, equivalenti a circa 6.150 euro), "ci ha messo le mani" per poi rivenderla istantaneamebnte a 11.000 dollari (circa 8.150 euro), un’attività che soprattutto in momenti di crisi come questo può risultare uno splendido modo di valorizzare moto di interesse storico e, allo stesso tempo, mettersi qualche soldo in tasca sfruttando anche il passaggio di proprietà a costo ridotto e, nei casi più datati, l’esenzione del bollo.

Basta avere una discreta competenza meccanica, ma una abbondante pazienza e curiosità per svolgere con calma e meticolosità una lavoro "di fino".

Nel caso di questa Sportster, ogni sua parte è stata smontata e ripulita, mentre il motore bicilindrico ronhead da 883 cc non è stato toccato, a parte la sostituzione del filtro aria. Altre modifiche alla ciclistica riguardano invece la forcella, ora dotata di soffietti neri.

Sempre nel rispetto del progetto originale, l’estetica non è stata stravolta, ma lasciata minimalista e scarna: vi è infatti il solo fanale anteriore cromato, come spesso la tradizione custom richiede, un largo manubrio di colore nero allestito con manopole in plastica (sempre di colore nero) e le leve originali.

Il telaio, il telaietto posteriore, i freni a tamburo ed il paraspruzzi posteriore (dell’anteriore ne è priva) sono stati tinteggiati nel colore scuro, mentre il serbatoio della benzina è rimasto bicolore, con il logo Harley-Davidson ai lati con tanto di bandiera a scacchi inserita in una “V” di color oro.

Per dare un look ancora più ricercato a questa XLCH del ’65 sono stati installati pneumatici semi-tassellati, mentre altri dettagli ricercati sono individuabili nella sella monoposto dotata di due molle ammortizzanti e, ovviamente, degli scarichi privi di silenziatore e volutamente lasciati “grezzi”:  scommettiamo che a distanza di quasi 50 anni la voce di questa XLCH Sportster è ancora potente?

(a cura di OmniMoto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Harley-Davidson XLCH Sportster, una moto del 1965 può rinascere.&nbsp...