Gamma Husaberg 2014: modelli dalla TE 125 alla performante FE 501

Ecco tutte le novità del Marchio svedese che, dal prossimo anno, tornerà insieme a Husqvarna e vedremo quanto del dna giallo-blu sarà modificato

Sono ben sette i modelli con i quali Husaberg attaccherà il 2014, come sempre suddivisi in motori due tempi e quattro tempi, tutti pronti ad affrontare un 2014 ricco di novità a cominciare dalla fusione che vedrà il marchio svedese ricongiungersi con l’Husqvarna della Piere Group sotto il marchio “Husqvarna Sportmotorcyle GmbH” con sede a Mattighofen, in Austria.

Ma tornando alle novità nordiche, scendiamo nel dettaglio di una gamma che oltre a novità grafiche promette anche alcune chicche tecniche interessanti. Le moto infatti avranno tutte un nuovo look all’insegna delle celebrazioni dei 25 anni e su ogni modello arriva un nuovo tappo del serbatoio (basta ¼ di giro per avvitare o svitare), una piastra di sterzo rivista (lavorata al CNC) e un nuovo display. Tutti i modelli poi, vantano una differente taratura delle sospensioni (la FE 250 ha poi lo stesso setting della FE 350) e della forcella, una 4CS USD WP Closed Cartridge. Sono stati rivisti anche i telai della FE 250 e della FE 350, in modo da migliorare l’handling. Per la prima abbiamo poi un nuova ECU e, per la TE 250 e 300, la batteria è stata maggiorata.

GAMMA FE – Se per il resto della gamma Husaberg di tratta di tanti piccoli dettagli, per la FE250 parliamo di un motore tutto nuovo che promette di offrire molta più coppia del precedente propulsore, grazie al pistone forgiato ed al nuovo cilindro. L’albero a gomiti è nuovo, come lo è anche il carter e la camera di scoppio, mentre il volano è stato “appesantito” del 5%. L’Engine Management System è stato rivisto nella taratura (l’iniezione ha un corpo farfallato da 42 mm della Keihin – EMS) e ora c’è la frizione DDS dotata di un nuovo pacco frizione. Nuovo lo scarico, mentre è stato tolto il kick starter. Salendo di cilindrata, per la FE 350, sono stati aumentati gli intervalli di manutenzione e anche qui sparisce il kick starter per diminuire il peso e arriva il corpo farfallato da 42 mm della Keihin-EMS, mentre le pompe dell’olio sono due e c’è la nuova frizione DDS.Sulle FE 450 e la FE 501 troviamo la distribuzione SOHC più leggera del 10% ed un cilindro ottimizzato nella parte superiore per incrementare l’affidabilità. Il meccanismo del decompressore automatico è stato rivisto e sono stati aumenti gli intervalli di manutenzione, mentre le fasce del pistone sono nuove e garantiscono performance superiori, ed anche qui abbiamo la frizione DDS e l’iniezione Keihin EMS con corpo da 42 mm.

GAMMA TE – Partendo dalla piccola TE 125, troviamo una nuova valvola lamellare realizzata dalla Boyesen, mentre la forma del pistone è stata rivista per aumentare la durata dello stesso ed è stata rivista la taratura del carburatore per una risposta più pronta al comando del gas. Passando alla TE 250, ora ha una nuova testa del cilindro, per ottimizzare la combustione e anch’essa guadagna la nuova valvola lamellare della Boyesen. E’ stata poi modificata la mappatura dell’iniezione e ora c’è la frizione DDS e, come per la sorellina più piccola, è stata rivista la taratura del carburatore. E per finire, anche la TE 300 vanta – come la 250 cc – una nuova testa del cilindro e la nuova valvola lamellare della Boyesen e anche qui è stata rivista la mappatura dell’iniezione ed ora c’è la frizione DDS. La taratura del carburatore è diversa e oltre alla forcella, anche il monoammortizzatore posteriore (sempre un WP dotato di PDS) ha una nuova taratura.

(a cura di OmniMoto.it)

Fonte: Ufficio Stampa

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MOTORI Gamma Husaberg 2014: modelli dalla TE 125 alla performante FE 501