Estate senza fine: ecco i motoraduni di settembre

Estate finita? Tutt'altro: ecco gli appuntamenti di settembre per i motociclisti

Carlo Portioli

Carlo Portioli Esperto moto e cultura custom Due ruote sempre in testa

“È forse finita quando i tedeschi bombardarono Pearl Harbor?”. Con questa frase Bluto Blutarsky iniziava una delle più geniali e sgangherate arringhe della storia del cinema, per motivare gli altri membri del gruppo Delta a fare “un’azione stupida e futile”.

Personalmente ho bisogno dello spirito di Bluto per combattere la strisciante depressione di fine estate, per trovare la giusta ispirazione e per ricordarmi che l’estate non è finita fino a quando non è finita… e fidatevi che a settembre è tutto tranne che finita per chi ha voglia di eventi motociclistici.

Tra i tanti eventi di settembre, ho deciso di segnalarne alcuni che credo rappresentino bene i tanti modi di intendere la moto come esperienza da vivere insieme.

Si inizia subito il weekend del 2-3-4 settembre con il Hills Race sul Dragway di Rivarazzano (PV). La pista dell’aeroporto in mezzo alle colline pavesi ospita le gare di accelerazione su 1/4 di miglio per muscle car americane, dragster e maggioloni VW air cooled. Le sfide tra mezzi super dotati, alimentati a NOS e altri propellenti high-octanes attirano tantissimi rockers, amanti della cultura kustom e lowbrow oltre naturalmente a bikers.

Il parcheggio HD only è popolato da tantissimi mezzi e negli anni scorsi non sono mancate sorprese come le lunghe forcelle di Mekka of Choppers e numerosi bobber radicali, sia negli stand dei preparatori che tra le moto parcheggiate, ma la vera differenza la fanno le macchine. Una vera giornata dedicata al culto delle 4 ruote americane dagli anni d’oro. Vecchie e nuove Mustang, Charger, Camaro e Sting Ray targate si mescolano alle spettacolari livree aerografate dei mezzi provenienti da tutta Europa per sfidarsi sulla drag race. Cofani aperti nei paddock mettono in bella mostra motori dalle cubature esagerate e dalla cavalleria infinita.

Un esempio dei mezzi che troverete? Cercate su Google e godetevi estetica e prestazioni del Tikinator. Il modo migliore per andarci? Sicuramente in moto, Rivarazzano ha una splendida cornice di colline, ma da tempo con gli amici si favoleggia di una tre giorni in camper. Sogniamo un weekend di braci accese in modalità “neverending grill” e six-pack di birre sempre in fresco. Tre giorni su seggiole pieghevoli ai bordi della drag race, seduti in silenzio con le birre in mano ad annusare il profumo dei gas combusti guardando sfrecciare i mezzi, dalle eliminatorie fino alle finali… per tornare a casa felici e con il torcicollo.

La settimana successiva presenta ben due eventi imperdibili. A Mandello Lario il 9-10-11 settembre si celebreranno i 95 anni della Moto Guzzi. Un vero pellegrinaggio per gli appassionati dell’Aquila di Mandello, ma un evento imperdibile per chiunque ami le due ruote, la cultura motociclistica e la storia a volte complicata ma sempre emozionante di un’azienda che combatte come Davide contro Golia la propria battaglia sul mercato motociclistico mondiale, con orgoglio, da un posto arroccato tra il lago di Lecco e le sue montagne. Se andrete vi consiglio di non perdervi la visita alla linea di produzione perché capita raramente di vedere come si assembla una moto, ma soprattutto la visita al museo Guzzi. Si vedono soluzioni tecniche e aerodinamiche che sono state riprese e saccheggiate nei decenni successivi da tante case molto più blasonate. Una su tutti, il “becco” che per tanto tempo è stato il segno distintivo dei BMW GS, fa bella mostra su un prototipo Guzzi degli anni ’30.

Nella stessa settimana dal 6 al 11 settembre in Austria, al confine tra Italia e Slovenia, su svolgerà il 19esimo European Bike Week, più noto come Faaker See, dal nome del lago su cui si svolge (la pronuncia esatta è “faacher see”, non “facher sì”). Si tratta semplicemente del raduno HD più grande e importante d’Europa. 70.000 moto che girano ininterrottamente intorno al lago, creando un flusso spettacolare da vedere e che mette i brividi quando se ne fa parte. Stand, i più grandi preparatori europei con i loro mezzi esposti, bancarelle di aftermarket per km e km… e le costine più buone del vecchio continente! Serve dire altro? Da vedere assolutamente.

Per chiudere il mese con stile, vi segnalo che il 25 settembre ci sarà in tutto il mondo il Distinguished Gentleman’s Ride. Evento di beneficenza che gravita nell’universo Triumph, riunirà in tantissime città decine di migliaia di azimati ed elegantissimi motociclisti con l’obiettivo di raccogliere fondi per la ricerca sul tumore alla prostata e da quest’anno anche devoluti ad una associazione contro i suicidi. Ogni moto nel perimetro esteso della Kustom Kulture è benvenuta, da cafè racer a brat style passando per i custom, purché il conducente sia vestito in modo impeccabilmente elegante. Evento bello da fare e bello da vedere per lo stile delle moto e dei partecipanti. Cercate la città più vicina a voi e state pronti a scaldare motori e cravatte: questo è un modo unico e utile di spendere il proprio tempo in moto.

Insomma, gare di macchine americane, celebrazioni di un mito italiano, mega-raduni europei e ride di beneficenza sono solo una piccola parte dei tantissimi eventi motociclistici di un settembre in cui “quando il gioco si fa duro… i duri cominciano a giocare.”

Vi saluto con due matite infilate nel naso, consigliandovi di andare a (ri)guardare Animal House facendo caso al meraviglioso bobber shovel che guida Daniel Simpsons Day nel film. Perla nella perla.

MOTORI Estate senza fine: ecco i motoraduni di settembre