Parte da Eicma 2018 la nuova vita di Malaguti

Malaguti, ora austriaca, mostra le novità in occasione del Salone internazionale di Milano Eicma 2018

Alla fiera internazionale del Ciclo e del Motociclo a Milano-Rho è stata svelata una sorpresa che ci ha lasciati di stucco.

Il tradizionale marchio italiano Malaguti è stato acquistato dal gruppo austriaco KSR e presenta una gamma di nuovi prodotti che saranno disponibili a partire da gennaio del prossimo anno. La fondazione della vecchia azienda risale al lontano 1930, quando Antonino Malaguti aprì le porte dell’omonima a San Lazzaro di Savena, una frazione di Bologna. Tutto partì con un’officina di riparazione e vendita di biciclette, per poi trasformarsi nel 1949 in una fabbrica che realizzava biciclette con motori ausiliari, e poco, dopo anche piccole moto e scooter.

Malaguti, nella storia, fu l’unica delle Case costruttrici che non intraprese mai la corsa di tutte le altre verso la realizzazione di modelli sempre più grandi e costosi, convinta che la sportività e il dinamismo non fossero caratteristiche adatte all’agonismo, ma una componente di tutte le moto, che attirava principalmente il pubblico giovane. Malaguti è infatti sempre stata come la sua città natale, Bologna, in grado di attrarre giovani da tutto il mondo, e ha sempre messo grande impegno nella realizzazione di moto e scooter per questa tipologia di pubblico a livello globale.

Il marchio è in via di ridefinizione da parte del gruppo austriaco KSR che lo ha recentemente acquistato, come ha fatto anche per la Lambretta. Il programma presenta moto e scooter dinamici e affidabili, nel pieno spirito di Bologna, realizzati per clienti giovani che utilizzano i mezzi principalmente per la guida urbana.

Le moto che sono state presentate a Eicma 2018 hanno motori a iniezione raffreddati a liquido, realizzati da Aprilia. Nel mese di febbraio 2019 inizieranno le vendite della Supermoto XSM 125, della versione Cross XTM 125 che ne deriva, entrambi lanciati ad un prezzo di 2.999 euro, e anche della Naked Bike Monte Pro 125. Malaguti realizzerà anche i modelli particolari RST 125 e Dune 125, molto apprezzati dai giovani. Il primo scooter della nuova proprietà sarà il modello Madison 300, caratterizzato da un elevato standard di comfort alla guida e arricchito da una dotazione tecnologica completa.

La promessa di Malaguti è di mantenere un rapporto tra la qualità e il prezzo dei suoi modelli sempre adeguato per i clienti e produrre in continuazione motociclette per espandere più possibile il portafoglio della Casa. Le nuove entrate sul mercato completeranno la parte inferiore del segmento e poi ci saranno invece quelle di cilindrata maggiore e uno scooter a tre ruote, veicoli che andranno ad ingrandire la parte superiore della gamma. KSR svilupperà anche in futuro delle proposte silenziose ed ecocompatibili, in qualità di uno dei maggiori fornitori di due ruote elettriche.

malaguti eicma 2018

MOTORI Parte da Eicma 2018 la nuova vita di Malaguti